Matera. La Festa della Bruna dalla processione dei pastori allo “strazzo”del carro

La festa inizia di buon mattino con la processione dei pastori per concludersi in serata con l'assalto del carro in cartapesta

1038

I materani e le migliaia di turisti giunti da varie parti d’Italia nella Capitale della Cultura Europea 2019 seguiranno sin dalle prime ore del giorno  i vari momenti di una giornata nella quale sacro e profano si uniscono per rivivere un evento che si perde nei secoli: la festa della Bruna, protettrice di Matera che da più di seicento anni si festeggia il 2 luglio.
La festa, in uno straordinario insieme di sacro e profano, inizia alle cinque del mattino con la processione dei pastori, con il quadro della Vergine dipinto su rame portato in tutta la città ed annunciato da file di botti esplosi in segno di festa.
In tarda mattinata la statua della Madonna viene portata in processione dalla Cattedrale alla parrocchia di Piccianello dall’Arcivescovo con tutto il clero al seguito.
Sfilano inoltre per accompagnare la Vergine i “cavalieri” della Bruna, che fungono da scorta della protettrice, vestiti in costumi d’epoca con chiare influenze spagnole con colori sgargianti, elmi piumati, corazze e cavalli aventi bardature da parata.
In serata l’assalto al carro in cartapesta realizzato dagli artisti e fratelli Raffaele e Claudia Pentasuglia, il tema del quale quest’anno è  “I discepoli di Emmaus. Icona per un percorso solidale”.
L’assalto, con la gara tra chi riesce a portare a casa il pezzo più prezioso, è un rito collettivo di rinascita e di rigenerazione antichissimo.
Per i materani, infatti, al termine della festa del 2 luglio ricomincia un nuovo anno.
La festa della Bruna termina a notte fonda con l’esplosione dei fuochi pirotecnici che illuminano la Gravina e gli antichi rioni dei Sassi.

In occasione della Festa della Bruna, il Comune ha predisposto un piano straordinario di trasporto. VEDI

Lunga diretta di TRM
Una lunga diretta sull’intensa giornata sarà garantita da Trm a partire dalle 4.30 del mattino con il primo collegamento dalla Cattedrale, fino alla chiusura dei festeggiamenti, tra strappo del Carro in Piazza Vittorio Veneto e fuochi pirotecnici dalla Murgia Timone.
L’importante produzione editoriale sarà diffusa in diretta sui canali televisivi di TRM network ovvero: sul Digitale Terrestre TRMh24 (16 Puglia/Basilicata) TRM (111 Basilicata) e TRM Art (602 Basilicata-296 Puglia). Sulla piattaforma Sky TRM h24 è al canale 519. La produzione sarà interamente fruibile in streaming su TRMtv.it TRMart.it, sulla pagina Facebook.com/trmtv e sulle APP gratuite “TRMtv” per Android su Google Play e per iOs sull’APP store di iTunes.
Per l’occasione si consiglia di verificare di aver scaricato la versione più recente dell’APP sul proprio dispositivo, per la presenza di importanti aggiornamenti su alcune funzionalità dedicate proprio ad una migliore fruizione delle trasmissioni in diretta.