Potenza, lotta alle truffe: cinque le denunce dei Carabinieri

9

Prosegue l’attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto alle truffe, anche in danno delle fasce deboli, a cura dei Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza. In tale contesto sono stati identificati gli autori di una serie di truffe.

In particolare:

  • un 37enne di Benevento che, dopo la pubblicazione di un’inserzione su un sito web, ha indotto la vittima a versare in suo favore la somma di 200,00 euro, quale caparra per la locazione di una casa-vacanze in una nota località balneare della provincia di Lecce rendendosi, successivamente, irreperibile;
  • un 44enne ed una 37enne, entrambi della provincia di Catania che, mediante un falso annuncio di vendita di capi di abbigliamento ed articoli per la casa pubblicato sul web, hanno incassato la somma di 50,00 euro, omettendo di spedire la merce all’ignara acquirente;
  • una persona di 22 anni di Taranto che ha proposto in vendita on-line, uno smartphone. Il giovane, dopo aver intascato 450,00 euro quale pagamento per il device, ha omesso di spedirlo all’ignaro acquirente;
  • una 25enne della provincia di Napoli responsabile di avere attivato, mediante sito web, un contratto telefonico a nome di un’ignara persona.

Nel richiamare l’attenzione da parte di tutti i cittadini sul particolare fenomeno, si coglie l’occasione per ricordare che la collaborazione e le tempestive segnalazioni al Numero Unico di Emergenza 112 o alle Stazioni Carabinieri dislocate sul territorio potentino è fondamentale per consentire di orientare al meglio le indagini al fine di identificare i responsabili dei reati.

Si sottolinea, inoltre, la necessità di segnalare immediatamente la presenza di sospetti che, presentatisi come sedicenti carabinieri, avvocati, impiegati vari, raggirano le ignare vittime, poi indotte a consegnare cospicue somme di denaro, anche dopo avere ricevuto chiamate telefoniche relative a falsi sinistri stradali in cui asseritamente riferito il coinvolgimento di loro familiari.