Nova Siri. Indagini della Guardia di Finanza sul pontile finanziato e mai completato

Nonostante non fosse stata mai completata, la struttura formalmente fu inaugurata nel dicembre del 2015

139

La Compagnia della Guardia di Finanza di Policoro ha condotto un’articolata attività di polizia economico-finanziaria inerente la realizzazione di un’opera pubblica nel Comune di Nova Siri, destinatario di un contributo nell’ambito dei regimi di sostegno nel settore della Politica Comune della Pesca.

In particolare, è stato appurato che la Regione Basilicata e lo stesso Comune di Nova Siri, quali Enti erogatori, hanno finanziato, nel 2015, per circa 200.000 euro un progetto per la “Realizzazione di un punto di approdo per barche da pesca presso il lido di Nova Siri”. La struttura non è stata mai completata, anzi non ce n’è traccia.

E’ quanto emerso dalle indagini della Guardia di Finanza. I sopralluoghi effettuati hanno infatti confermato che nessuna delle opere era stata mai completata dall’impresa costruttrice, una società avente sede in Puglia.
Eppure, nel dicembre 2015 la struttura era stata  formalmente inaugurata.

Le Fiamme Gialle hanno acquisito i documenti attestanti la conclusione dell’investimento e di tutti i lavori compresi nel progetto, ma nella realtà, come si diceva, non hanno  trovato traccia del pontile galleggiante e degli impianti elettrici, di videosorveglianza, di illuminazione e fonico, mai messi in opera.

Da ultimo, è stato riscontrato addirittura l’omissione della stipula del contratto di appalto tra Ente Pubblico ed l’impresa operante, così come previsto dal Codice degli Appalti.

Oltre ai risvolti di carattere penale, a carico dell’impresa costruttrice, del responsabile del progetto e direttore dei lavori, è stata redatta apposita comunicazione di danno erariale inoltrata alla competente Procura Regionale della Corte dei Conti.