Nuovo sit-in a distanza di pochi giorni di Maurizio Bolognetti, segretario dei Radicali Lucani, davanti al palazzo della Giunta regionale a Potenza per protestare contro l’approvazione della legge elettorale a pochi mesi dalle elezioni e per sensibilizzare i cittadini su  quello che definisce “furto dello Stato di diritto”.

“A poche settimane dalle elezioni – sostiene Bolognetti – ancora non sappiamo con quale legge si andrà al voto grazie al capolavoro compiuto dal Consiglio regionale.
Il tutto accompagnato dalla palese violazione del comma 65 del Codice di Buona Condotta in Materia Elettorale e dalle incomprensibili grida di giubilo dell’impagabile Presidente Santarsiero.
Per cosa esultino – prosegue Bolognetti – non si riesce a capire, considerando che la legge è stata, tra l’altro, parzialmente bocciata e respinta dal Governo e che il Governo potrebbe sollevare rilievi di anticostituzionalità.
Quanto al Governo – conclude Bolognetti – confesso che faccio fatica ad intravedere anche solo un barlume di cambiamento, considerando che nessun esponente della maggioranza gioalloverde ha avuto nulla da ridire sulla violazione  del sopracitato Codice”.

Maurizio Bolognetti, candidato presidente alle regionali, è in sciopero della fame dalle 23,59 dell’11 settembre scorso per chiedere il rispetto del diritto a poter conoscere per deliberare.