Ingente quantitativo di prodotti cinesi non sicuri sequestrati a Nova Siri dalla Guardia di Finanza

387

Erano tutti mancanti di fondamentali elementi specifici, relativi alle etichette, alla composizione qualitativa ed al confezionamento e pertanto insicuri i 24.449 prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza in un negozio cinese a Nova Siri.
Il sequestro è avvenuto nell’ambito dei costanti controlli delle Fiamme Gialle per la tutela del Made in Italy e per la sicurezza dei prodotti.
Sicurezza che nei prodotti sequestrati non non era affatto garantita. Erano infatti privi delle informazioni in lingua italiana, della composizione merceologica, dell’importatore, del fabbricante, delle avvertenze e delle precauzioni d’impiego, così come previsto dal cd. “Codice del Consumo”, in vigore dal 2006.

I prodotti di bigiotteria risultavano inoltre sprovvisti del cartellino che deve riportare le
informazioni previste, quali la provenienza, i materiali utilizzati per la produzione
dell’articolo e le eventuali istruzioni per l’ utilizzo.
Di particolare rilevanza l’assenza di informazioni sulla composizione della lega metallica su orecchini e piercing, attesa la possibile nocività della composizione di prodotti non “tracciati” e controllati, potenzialmente pericolosi per il consumatore finale: una volta in contatto con la pelle, come noto, possono determinare irritazioni, dermatiti o intossicazioni.
Gli articoli sono stati pertanto sottoposti a sequestro amministrativo ai sensi della
normativa sulla sicurezza giocattoli, sicurezza materiale elettrico ed art. 6 del D.Lgs.
La titolare, di origine cinese, è stata segnalata alla Camera di Commercio di Matera per l’irrogazione delle previste sanzioni pecuniarie alla titolare dell’esercizio commerciale (da Euro 2.516 ad Euro 40.823) e per la conseguente confisca e successiva distruzione dei prodotti sequestrati.
.