Elezioni. Il Popolo della Famiglia ha presentato programma e candidato

725

Presentati i candidati lucani del Popolo della Famiglia per le elezioni politiche in programma il prossimo 4 marzo.
E’ stata la referente lucana per il PdF, capolista al plurinominale alla Camera e in corsa anche per l’uninominale a Potenza, Valeria Giorgio in Fasulo a introdurre le altre cinque persone che con lei parteciperanno alla competizione elettorale per Camera e Senato in Basilicata.
“Siamo un movimento politico aconfessionale, fondato sulla Dottrina sociale della Chiesa, che si è consacrato alla Beata Vergine Maria il 16 maggio 2016. Il filo conduttore che unisce quanti hanno deciso di scendere in campo in questa esperienza del tutto nuova per noi, è la necessità che la famiglia torni a occupare il primo posto nelle politiche nazionali e locali.
Più di 200 sacerdoti, religiosi e religiose hanno già sottoscritto il loro sostegno alla nostra proposta.
Negli altri partiti, i soliti noti si sono accapigliati per ottenere questo o quel posto, passando da destra a sinistra e viceversa, senza il minimo pudore e, soprattutto, senza illustrare alcuna proposta concreta.
Il nostro impegno – ha proseguito la Giorgio – è totalmente indirizzato al perseguimento del bene comune e, in quest’ottica, vanno le nostre prime proposte per dare una risposta immediata a uno spopolamento che porterà nei prossimi anni la popolazione anziana e scarsa della nostra regione, a ridursi di un ulteriore terzo, scendendo sotto i 400.000 residenti.
Il reddito di maternità, 1.000 euro al mese alle mamme che scelgono di dedicarsi ai figli, fino al compimento del sesto anno dei piccoli, e il quoziente familiare che prevede una tassazione inversamente proporzionale al numero di componenti del nucleo familiare.
La sacralità della vita dal concepimento alla sua fine naturale, il recupero delle radici cristiane, e della sovranità degli Stati, concetti da ribadire con forza in Europa, sostegno reale, anche economico, alle forze dell’ordine, alle piccole e medie imprese, soprattutto quelle familiari, sono ulteriori cardini attorno ai quali costruiamo la nostra idea di futuro. Fermamente contrari alla legalizzazione della prostituzione e dell’uso delle droghe, all’eutanasia e a quella mascherata da Dat, che prevede la morte per fame e per sete. Cura della persona sofferente, anziana, disabile o anche solo in difficoltà, e lotta senza quartiere al più grave genocidio dei tempi moderni, l’aborto.
Contrarissimi all’insegnamento gender nelle scuole, tanto da inserirlo nel simbolo, e alla colonizzazione ideologica sulla scia di quanto indicato da Papa Francesco al numero 56 di Amoris Laetitia.
Diritto inviolabile del bambino a nascere e ad avere una mamma e un papà.
Contrari allo Ius soli e all’immigrazione incontrollata, sancendo il principio secondo il quale prima del diritto a migrare vi è quello a non migrare. L’accoglienza per tutti è impossibile fisicamente e moralmente, in una Nazione che ha visto tutti gli indicatori di povertà schizzare repentinamente verso l’alto negli ultimi anni. Che obbliga i nostri figli a lasciare le nostre città, la nostra regione, la nostra patria, magari dopo essersi laureati e specializzati e che pensa di sostituirli con ragazzi di Paesi poveri che raggiungono in massa l’Italia, sperando in un futuro diverso, e che invece si trovano a fare i conti con sfruttamento, malavita e indigenza ”.
Alcune brevi note biografiche dei candidati:

Senato – Plurinominale
Capolista: Vincenzo De Lorenzo, nato a Potenza, 51 anni, licenza classica, laurea in psicologia clinica, specializzazione in sessuologia clinica, convive con una disabilità provocata da cerebropatia neonatale con distonie. Impegnato nel sociale, svolgendo volontariato in diverse associazioni, soprattutto nella lotta per l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali.
Mariangela Labarbuta nata a Potenza, 40 anni, sposata, madre di due bambini, perito commerciale, studi da psicomotricista, piccola imprenditrice, volontaria nella Croce rossa, organizzatrice di eventi. Dedica la maggior parte del tempo alla propria famiglia e alla cura degli anziani.

Senato – Uninominale
Angelica Pezzullo nata a Napoli, 67 anni, vive a Potenza da 40 anni, madre di 6 figli, nonna di 22 nipoti, medico chirurgo, omeopata, attivista nelle rivendicazioni lavorative dei medici di continuità assistenziale. Laureata in teologia, cofondatrice, nel 1980, del primo gruppo Famiglia parrocchiale di Potenza. Catechista per preparazione alla cresima e cammino postcresimale.

Camera – Plurinominale
Valeria Giorgio in Fasulo, nata a Cassino, 40 anni, vive a Potenza da 20 anni, sposata, madre di due figli, docente, prima referente in diversi ambiti lavorativi, laureata in lettere moderne, educatrice di catechismo, di Azione cattolica. Impegnata in attività di volontariato, animatrice parrocchiale.
Rocco Lopatriello, (GianRocco) nato a Chiaromonte, mamma di San Giorgio Lucano e papà di Montalbano, 47 anni, vive a Bernalda da 15 anni, sposato, padre di un bimbo, laureato in Economia e commercio, consulente aziendale in materia di certificazione, imprenditore nel settore delle energie rinnovabili, particolarmente attivo nei gruppi ecclesiali.
Rosa Grazia Pellegrino, nata a Matera, 36 anni, vive a Ferrandina, sposata, madre di una bambina, dottoressa in giurisprudenza, ha lasciato il percorso professionale per dedicarsi a marito e figlia e all’attività imprenditoriale di famiglia, un frantoio. Catechista, molto attiva in parrocchia.

Camera – Uninominale
Collegio di Potenza: Valeria Giorgio in Fasulo
Collegio di Matera : Rocco Lopatriello.