“Notte Bianca del Libro”, presentata la terza edizione

279

Presentata a Potenza la terza edizione della Notte Bianca del Libro. Alla presenza delle istituzioni, del gruppo di lettori volontari che animeranno parte dell’evento e di numerosi altri sostenitori, Paolo Albano, presidente dell’Associazione culturale “Letti di Sera” ha spiegato: “Una nuova edizione di un appuntamento culturale che ha la ferma ambizione di non terminare il 3 agosto prossimo, ma che si protrarrà nel mese di settembre quando ospiteremo due anteprime nazionali dei testi di Giuseppe Lupo e Gaetano Cappelli, che presenteranno le loro opere l’8 e il 14 settembre.

Paolo Alano, presidente dell’associazione “Letti di sera”, durante la conferenza stampa

C’è molta attesa per una iniziativa che raccoglie voci trasversali sul tema della cultura e del libro; le istituzioni ci stanno accompagnando con cura e attenzione. A testimonianza della disponibilità e dell’apertura annuncio che per esempio le scale mobili di Santa Lucia resteranno aperte eccezionalmente quella notte sino alle ore 2.30. Chiunque voglia, potrà parcheggiare comodamente la propria automobile e usufruire del servizio per godere della manifestazione”.

Gli ha fatto eco, Simona Bonito, responsabile dell’area comunicazione di Letti di Sera: “Un lavoro sinergico e fitto sta riunendo tante personalità che, ciascuna per le proprie competenze, stanno costruendo un percorso davvero entusiasmante. Tutto, a partire dall’immagine della Notte Bianca, concessa dall’artista Angelo Accardi, concorre a rendere il “libro” il protagonista reale di una due giorni significativa, sia sotto il profilo culturale che sociale.
Due giorni perché già dal 2 agosto il centro storico accoglierà due grandi artisti: l’attore Pino Quartana e il musicista Gabriele Coen.

Un programma denso di incontri, scrittori dall’Italia e dal mondo a parlare dei loro ultimi lavori editoriali e un gran finale in Piazza Duomo.Il dettaglio è disponibile sul sito www.nottebiancalibropz.com”.

Tra i convenuti non solo i “donatori di parole”, le singole associazioni, ma anche i partner dell’iniziativa. Così Giuseppe Tancredi: “Trovo che la Notte Bianca sia un momento di incontro e di dialogo collettivo e sociale. L’agenzia è lieta offrendo un modesto contributo di averne sposato la causa. Essa tiene agli eventi che coinvolgono la tutela, la valorizzazione del nostro paesaggio e patrimonio. Solo attraverso il sapere, si possono superare anche le barriere più difficili. Chi non crede alla cultura, è destinato a soccombere”.

Antonio Candela: “La BCC Basilicata segue la Notte Bianca per il secondo anno consecutivo. Ci abbiamo creduto e continuiamo a farlo nei confronti dei tanti giovani che  richiedono il sostegno per i loro progetti culturali. Viviamo un tempo complesso per le dinamiche economiche, che portano a chiedersi come e se investire. Il 60% è stato sostenuto. La notte bianca si incastra negli obbiettivi della banca che prova a restituire al territorio ciò che il territorio da”.
L’assessore comunale Roberto Falotico: “E’ un’occasione preziosa per fare sintesi, a tutto vantaggio della comunità. Ci si riappropria di una città nuova che abbia più interesse per la cultura. Il viaggio della Notte Bianca non terminerà ad agosto, puntiamo a farne un fiore all’occhiello regionale e nazionale”.