Smentita dalla Regione la chiusura del punto nascite nell’ospedale di Melfi

Massimo sforzo per il potenziamento del punto nascita a Melfi confermato dal Commissario dell'azienda ospedaliera regionale San Carlo, Rocco Maglietta

189

“È destituita di ogni fondamento la notizia diffusa dal Movimento 5 Stelle di Melfi sulla paventata chiusura del Punto nascite dell’Ospedale della cittadina federiciana”.
Lo comunica il Dipartimento regionale alle Politiche per la persona, in riferimento ai contenuti di un comunicato del consigliere comunale di Melfi del M5S, Angela Bisogno, riportati dalla stampa.

Sull’argomento interviene anche il Commissario dell’azienda ospedaliera regionale San Carlo, Rocco Maglietta.
“La chiusura (o l’apertura) di un punto nascita non è una prerogativa aziendale bensì un’azione dipendente da scelte e decisioni regionali. L’ultimo documento ufficiale avente ad oggetto la questione,- ricorda Maglietta – è la Delibera di Giunta n. 315 del 2018, una Direttiva vincolante nella quale viene dato atto che la verifica del raggiungimento dei volumi di attività previsti dalla normativa vigente per il mantenimento in sicurezza del Punto Nascita del plesso ospedaliero di Melfi, dovrà essere verificato entro il 31 dicembre 2019.
E proprio nella direzione del mantenimento del Punto Nascita – prosegue Maglietta – è stato fatto il massimo sforzo per evitarne la chiusura.
Non a caso il 13 dicembre scorso è stata completata la procedura per la direzione dell’U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia di Melfi e, a luglio, è stato nominato il dottor Saverio De Marca direttore della U.O.C. di Pediatria e Neonatologia.
Azioni queste mirate al consolidamento e al miglioramento di un reparto che riveste un’importanza strategica nel proprio territorio di interesse, territorio vocato ad intercettare anche i bisogni dei cittadini delle regioni limitrofe. Le azioni messe in campo fanno registrare un trend in crescita, invertendo quello nazionale, con 18 parti in più (400 in totale) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.

“Ma l’impegno a sostenere il Polo Ospedaliero della città federiciana, in tutte le sue attività, è continuo e crescente. Lo dimostra – ha poi aggiunto il commissario – anche l’incremento dell’attività della U.O.C. di Ortopedia e Traumatologia assicurato dall’arrivo del nuovo direttore, il dottor Adolfo Cuomo, in servizio dallo scorso mese di luglio”.

“Sulla questione della risonanza magnetica, altro tema commentato e riportato sulla stampa – conclude Maglietta – si precisa che la nuova attrezzatura sarà consegnata appena terminati i lavori dei locali dove verrà ubicata. Entro fine mese sarà completato il progetto esecutivo e inizieranno i lavori”.