Era di Potenza l’operario morto in un incidente alla Marcegaglia

4330

Si chiamava Carmine Picerni l’operario di 39 anni morto poche ora fa in un incidente alla Marcegaglia. Il giovane potentino è rimasto schiacciato da un nastro trasportatore all’interno dell’acciaieria.

Inutile è stato l’intervento del 118 e la corsa verso il “San Carlo”: Picerni è arrivato già privo di vita al pronto soccorso dell’Azienda ospedaliera.
Sulla dinamica dell’incidente sta ancora indagando la magistratura.

In una nota congiunta a firma di Fim-Fiom-Uilm, si conferma lo sciopero proclamano per 8 ore le cui prime 4 oggi mercoledì 18 aprile a fine turno; le altre 4 da tenersi secondo le modalità decise dalle RSU-RSA a livello aziendale.

“Nel sollecitare le autorità competenti ad accertare le responsabilità e la dinamica dell’accaduto, Fim-Fiom-Uilm condannano la Dalmine LS per questo omicidio sul lavoro occorso a causa della mancata sorveglianza da parte aziendale delle procedure e delle normative”. “Fim-Fiom-Uilm – si legge a conclusione della nota – chiedono alle istituzioni di vigilare e alla magistratura di punire i responsabili”.