“Resto al Sud”, Banca Popolare di Bari partner determinante

Saranno offerte soluzioni ad hoc per un valido sostegno alla nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle principali Regioni del Mezzogiorno.

961

La Banca Popolare di Bari ha aderito alla Convenzione ABI-Invitalia per il finanziamento dei progetti imprenditoriali relativi alla misura agevolativa “RESTO AL SUD”.
Ne dà notizia l’istituto di credito con una nota nella quale si precisa che “Il progetto fa parte del programma “È un Paese per giovani”, avviato  dalla Banca   sin dallo scorso anno quale percorso di accelerazione, coaching e training manageriale per sostenere giovani talenti e start-up nel loro percorso di auto-imprenditorialità.

In continuità con tale programma – prosegue la nota – la Banca Popolare di Bari promuoverà una serie di iniziative, anche con il coinvolgimento dei principali interlocutori dei territori interessati, in modo da dare ai giovani un concreto supporto per la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle Regioni del Mezzogiorno.
Verrà inoltre garantita, grazie all’innovativo modello di servizio sviluppato sull’integrazione della Rete commerciale e di tutti i canali digitali disponibili, un’assistenza informativa dedicata a promuovere le opportunità della misura “RESTO AL SUD” nonché offrire con soluzioni ad hoc un valido sostegno alla nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle principali Regioni del Mezzogiorno”.

Cosa prevede l’intervento di BPB

La misura copre i costi ammissibili di un progetto imprenditoriale per un importo massimo di 200.000 € per domande presentate da più soggetti in forma societaria (50.000 € nel caso di domanda presentata dal singolo giovane) e prevede:

  • un contributo a fondo perduto pari al 35% del programma di spesa ritenuto ammissibile;
  • un contributo a totale copertura degli interessi sul finanziamento bancario di ammontare pari al 65% del programma di spesa ritenuto.