Due nuovi macroattrattori nell’area del Pollino

1021

Due nuovi macroatrattori saranno realizzati nell’area del Pollino per favorire turismo e sviluppo. Sorgeranno a Viggianello e a Terranova del Pollino.
Nel primo centro, riprendendo il vecchio progetto dell’orto botanico, come  ha spiegato il sindaco Antonio Rizzo, sarà realizzato un macroattrattore dedicato al ciclo dell’acqua, denominato “WaterLand Pollino”, un parco ludico-ricreativo, con tecnologia immersiva, alla scoperta dell’importante risorsa idrica. Costo dell’opera circa due milioni di euro.
A Terranova del Pollino sorgerà invece un “Bike Park”  per consentire – come sottolineato dallo stesso sindaco Francesco Sante Ciancia – ai bikers esperti una diversa fruizione del Parco naturale, attraverso vecchi sentieri e tratturi”. Costo dell’opera un milione 400mila euro.

La realizzazione di questi due nuovi macroattrattori è sta ufficializzata nella riunione del  Comitato di coordinamento e monitoraggio del Programma speciale Senisese, composto dai rappresentanti degli enti locali dell’area, alla presenza del Presidente Marcello Pittella e del Dirigente Ufficio Progetti Speciali Val D’Agri Senisese Luigi Marotta.
Al centro della riunione operativa situazione attuale e prospettive future del progetto integrato di offerta turistica del Pollino lucano, con particolare attenzione alla Linea Azione 3 del programma che riguarda la realizzazione di 4 grandi attrattori a Senise, San Costantino Albanese, Terranova del Pollino e Viggianello.

Nei primi due centri sono già stati realizzati, e pienamente funzionanti, la cosiddetta “arena Sinni”, che valorizza l’invaso del Monte Cutugno destinando il sito al racconto dell’epopea della Magna Grecia, ed uno sky-Flier, il cosiddetto volo dell’aquila, con partenza ed arrivo nel comune di San Costantino Albanese (vedi foto di copertina).

Durante la riunione del Comitato è emersa anche la necessità, esplicitata dai sindaci di Senise e San Costantino Albanese Maria Rosa Spagnuolo e Renato Iannibelli, di potenziare la promozione e la conoscenza degli attrattori già realizzati.
“La riunione di oggi – ha commentato il Presidente Pittella – è un’occasione importante , oltre che per approvare due progetti strategici, per ragionare sull’architettura e sulle prospettive di driver turistici importanti per lo sviluppo della nostra regione”.
“In questi mesi- ha assicurato Pittella – lavoreremo alacremente, in sinergia con Apt e Comuni, per riprogrammare risorse ed accompagnare il progetto, provando a favorire, anche per il futuro, il decollo di un’offerta turistica integrata nell’area del Pollino”.