Disabilitate dal Mise le card carburanti. I lucani non potranno più utilizzare i crediti di cui disponevano

Ne dà notizia l'ex parlamentare di Noi con l'Italia, Cosimo Latronico, il quale ritiene davvero "inspiegabile come abbia potuto fare il Ministro Di Maio a sottrarre queste risorse già assegnate a migliaia di patentati lucani in virtù di una legge dello stato (art 45 legge 99 del 2009 )

616

Una brutta sorpresa, con il nuovo anno, per i 360mila lucani che sulle carte carburanti avevano ancora dei crediti: non potranno più utilizzarli perchè Poste Italiane, su disposizione del Ministero dello Sviluppo Economico, le ha disabilitate.

Ne dà notizia notizia l’ex parlamentare di Noi con l’Italia, Cosimo Latronico, il quale ritiene “davvero inspiegabile come abbia potuto dare il Ministro Di Maio a sottrarre queste risorse già assegnate a migliaia di patentati lucani in virtù di una legge dello stato (art 45 legge 99 del 2009 ).

Si tratta – prosegue – di una sottrazione ingiusta ed illegittima che contrasteremo. Ho scritto una nota al ministro Luigi di Maio – annuncia Latronico nel comunicato stampa – per chiedere spiegazioni ed il ripristino delle somme attribuite ai patentati lucani”.

I lucani avrebbero anche diritto a sapere l’uso che s’intende fare dei crediti non ancora riscossi, semmai le card carburanti non dovessero essere più attivate.