I carabinieri ritirano la patente al figlio, i genitori aggrediscono i militari

Il figlio, neopatentato, è stato sorpreso alla guida di un'auto di grossa cilindrata. Infrazione che prevede il ritiro della patente

1394

Pensavamo che l’aggressione al docente per il voto dato al proprio figlio o perchè’ gli è stato tolto il cellulare potesse essere il massimo della maleducazione e dell’irresponsabilità di alcuni genitori.
C’è di peggio.
Quanto accaduto a Tricarico la dice lunga sulla deriva educativa che si registra nel nostro paese.
E’ accaduto che una pattuglia di carabinieri ha fermato un giovane neopatentato alla guida di un’auto di grossa cilindrata, contestandogli l’infrazione (è vietato per chi è fresco di patente guidare auto oltre un determinata cilindrata) che prevede anche il ritiro della patente.
Resosi conto di quanto stava accadendo, il giovane ha chiamato i genitori i quali, udite, hanno aggredito i carabinieri con schiaffi e graffi non prima di aver strappato il verbale.
Sono stati arrestati con l’accusa di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Il magistrato di turno ha disposto gli arresti domiciliari, disponendone però la remissione in libertà dopo appena un giorno. Peccato.