Vertenza ex Trony: formalizzato il passaggio a Unieuro

353
Sarà la nota catena di elettronica Unieuro ad acquisire otto punti di vendita dei negozi Trony a gestione Dps Group, società fallita lo scorso marzo e attualmente in liquidazione. L’aggiudicazione, per un valore economico di 3,4 milioni di euro, è stata formalizzata ieri durante un incontro a Milano tra la curatela fallimentare della Dps Group Srl, i rappresentanti di Unieuro Spa e una delegazione sindacale di Fisascat, Filcams e Uiltucs. Una boccata di ossigeno per i 12 dipendenti, attualmente sospesi e senza retribuzione, del punto vendita ex Trony di Melfi, del centro commerciale Arcobaleno.
In una nota Unieuro ha specificato i dettagli dell’operazione e assicurato che la riapertura dei punti vendita avverrà nei mesi di settembre e ottobre. Nessuna novità, invece, per il punto vendita di Tito e per un’altra decina di lavoratori.
“L’acquisizione da parte di Unieuro è una buona notizia a metà perché ci consente di recuperare il punto vendita di Melfi con il relativo personale ma resta un punto interrogativo sul futuro dei lavoratori di Tito”, commenta la segretaria generale della Fisascat Cisl Basilicata, Aurora Blanca.
“Unieuro è una realtà solida dal punto di vista finanziario e ci aspettiamo perciò un pronto rilancio del negozio di Melfi che va rapidamente riassortito in vista della stagione autunnale. Ora il nostro auspicio è che si continui a lavorare insieme alla curatela fallimentare per trovare una possibile soluzione anche per il negozio di Tito e che anche la proprietà del centro commerciale giochi un ruolo attivo per la salvaguardia dei livelli occupazionali”.