Inchiesta sanità: Pittella dai giudici del Riesame

L'avvocato Buccico: "Crediamo nell'assoluta estraneità del nostro assistito". Avv. Cimadomo: "Deu ex machina? Non replichiamo alle suggestioni".

1218

Dopo la conferma della misura cautelare degli arresti domiciliari da parte del Giudice per le Indagini Preliminari di Matera, Angela Rosa Nettis, i legali del presidente Pittella, avvocati Cimadomo e Buccico, hanno discusso davanti al Tribunale del riesame la posizione del loro assistito. L’udienza che ha avuto inizio introno alle ore 11.00 di questa mattina ha visto i legali di Pittella chiedere la revoca della misura cautelare applicata. A seguito dell’arringa dei difensori il PM, dott. Salvatore Colella, ha proiettato alcune immagini contenenti i testi delle intercettazioni nel tentativo di corroborare ulteriormente le tesi dell’accusa. Il collegio giudicante presieduto dal dott. Gubitosi e composto dai giudici Stante e Amodeo, nei prossimi giorni scioglierà la riserva  decidendo il merito della questione.

Pittella, lo ricordiamo, è ai domiciliari dal 6 luglio scorso, nella sua abitazione di Lauria, con le accuse di falso e abuso d’ufficio, sospeso dall’incarico di governatore così come previsto dalla legge Severino.

Al termine dell’interrogatorio, gli avvocati del presidente Pittella, Emilio Nicola Buccico e Donatello Cimadomo, hanno rilasciato la seguente intervista.