Presentato a Potenza il progetto “il nostro calcio con ENI”

1007

È stato presentato questo pomeriggio al Museo Archeologico Provinciale di Potenza il progetto “il nostro calcio con ENI“, nato dalla partnership tra la compagnia petrolifera del cane a sei zampe e la Lega nazionale dilettanti -comitato regionale Basilicata-.

Prevederà  una serie di convegni, manifestazioni sportive ed evento formativi che avranno come caposaldo il calcio dilettantistico con un occhio di riguardo per il settore giovanile.

Proprio ai giovani sono indirizzati i vari eventi atti a promuovere lo sviluppo e la diffusione della pratica della cultura sportiva al fine di favorire l’integrazione, promuovere la salute, educare e formare i giovani. Il nutrito calendario di eventi che verranno organizzati vedranno, quale filo conduttore, la sinergia costante tra mondo calcistico, istituzioni, famiglia, mondo scolastico e associazioni sportive.

Le finalità del progetto le ha illustrate nel suo intervento il presidente del Comitato Regionale della Lnd Basilicata, Piero Rinaldi definendolo come “un momento di crescita per lintera comunità sportiva lucana, basato su valori, persone e territorio”. “Con questo progetto – ha continuato Rinaldi – vogliamo attuare, in collaborazione con Eni, unazione di maggiore diffusione dellattività sportiva che rappresenti non solo un momento di crescita psicofisica, di educazione e di rispetto per le regole, ma anche un incentivo alla lotta alla noia, allobesità, alla segregazione inconscia dei ragazzi”.

L’iniziativa è stata definita di grande spessore educativo anche da Carlo Ottavio, coordinatore regionale del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Basilicata. Secondo Ottavio il progetto avrà un grande impatto sociale assicurandone anche una maggiore integrazione, “perché fare sport rende tutti uguali a prescindere dalle abilità, colore della pelle o genere”.

Tra i vari obiettivi dell’iniziativa vi è anche spazio per la promozione turistica del territorio attraverso il turismo sportivo, naturale e paesaggistico.

Parole di encomio sono state pronunciate anche da Walter Rizzi, Responsabile coordinamento progetti Eni Val d’Agri il quale ha dichiarato: “Eni investe sempre in progetti in grado di formare e valorizzare le giovani generazioni e la scelta di diventare Sponsor della CR Lnd Basilicata rappresenta un segno concreto del nostro supporto ai giovani lucani e conferma la vicinanza dell’azienda al mondo dello sport e ai valori che esso trasmette.”