Pericolosità svincolo Bradanica-La Martella. Sopralluogo di tecnici della Provincia

Il sopralluogo per valutare lo stato di pericolosità della strada di collegamento dello svincolo della strada statale 655 Bradanica al Borgo La Martella.

271

Sopralluogo dei tecnici della Provincia di Matera per valutare lo stato di pericolosità della strada di collegamento dello svincolo della strada statale 655 Bradanica al Borgo La Martella.
Al sopralluogo, oltre al presidente e al vicepresidente della Provincia, Francesco De Giacomo e Carmine Alba, al Consigliere con delega alla viabilità, Giuseppe Filippo, hanno preso parte il dirigente e il funzionario dell’area tecnica dell’Amministrazione provinciale, Domenico Pietrocola e Michele Pontillo, e due dei 670 residenti del Borgo, promotori di un’istanza per l’adeguamento della bretella stradale, Enzo Massari e Tommaso Martinelli.
Nel corso della verifica tecnica è stata rilevata la necessità di intervenire per il ripristino del manto stradale che in alcuni tratti presenta degli avvallamenti.
La strada di collegamento tra la Bradanica e via Monterosa è di competenza della Provincia ed è lunga circa 700 metri.
“Faremo la nostra parte – ha detto il presidente della Provincia, Francesco de Giacomo – per rendere meno problematico il transito dei veicoli su quel tratto di strada che viene utilizzato dai residenti del Borgo La Martella. Nei prossimi giorni individueremo, all’interno del Bilancio dell’ente, le somme necessarie per effettuare l’intervento di manutenzione della bretella.
La Provincia interverrà per sollecitare, per quanto nelle proprie possibilità, una soluzione che preveda la ripresa dei lavori sul tratto incompleto della Bradanica e soprattutto chiederà all’Anas di valutare la possibilità di mettere in sicurezza lo svincolo di La Martella che non consente al momento ai residenti di raggiungere il Borgo direttamente senza effettuare una pericolosa inversione di marcia o percorrere un tratto aggiuntivo di qualche chilometro. E’ necessario – ha concluso De Giacomo – che si mettano in campo tutte le forze per arrivare ad una soluzione che possa contemplare le esigenze dei residenti del Borgo La Martella che oggettivamente sono stati penalizzati dai lavori fin qui eseguiti”.

La foto di copertina: Giornalemio.it