Conferenza stampa di fine anno, Pittella: “Su mia candidatura in Parlamento decida il PD”

772

Nulla di deciso. I giornalisti che speravano che Pittella sciogliesse la riserva su una sua eventuale candidatura al Parlamento sono rimasti delusi. “Non ho nessuna rivelazione politica da consegnarvi” ha risposto, aggiungendo che “sarà il segretario del Pd, Matteo Renzi a decidere anche se mi piacerebbe – ha precisato il governatore – continuare ad amare questa terra e a lavorare per essa”.
Dunque, nulla di deciso. Stesso discorso su una eventuale candidatura del fratello Gianni, attuale parlamentare europeo.

Archiviato, almeno per ora, il discorso candidature, nella conferenza stampa Pittella ha illustrato, dati alla mano, le cose fatte nel 2017 dal Governo regionale e quello che ancora bisogna fare nei tre settori strategici: investimenti, sanità ed integrazione.
Investimenti per il miglioramento delle infrastrutture, i collegamenti. Per mettere a sistema le risorse e favorire sviluppo ed occupazione.

In tema di sanità, Pitella ha ricordato quelle che sono state le scelte di fondo del Governo regionale per migliorare i servizi sul territorio, restituendo a ciascuna struttura un ruolo strategico nell’ambito del sistema sanitario che deve dare risposte puntuali ai cittadini.
Pittella ha fatto riferimento al potenziamento della radioterapia sul territorio – dopo Potenza è prevista anche a Matera e Lagonegro – al servizio notturno dell’elisoccorso, al centro per l’autismo a Chiaromonte, all’hospice pediatrico a Lauria e non pediatrico a Viggiano, al centro dialisi di Tinchi.

“Tutti progetti annunciati e realizzati”, ha detto il presidente che in tema di sanità e tutela della salute non poteva non affrontare la questione petrolio e i rapporti con Eni che nel 2017 sono stati alquanto conflittuali con decisioni adottate dalla Regione proprio a tutela della salute e dell’ambiente. Non ultima la richiesta di cento milioni di euro per compensare le royalties non versare a seguito del fermo dell’attività estrattiva.

Pittella ha fatto cenno alla legge che ha fissato le linee guida sull’eolico, l’istituzione del parco del Vulture e la questione Eepli, risolta non con un artificio ragioneristico come qualche parlamentare non lucano avrebbe voluto.

Per quanto riguarda l’occupazione, il governatore ha respinto al mittente i dati di un recente studio di Confindustria precisando che essa è in crescita al pari dl pil come confermato da Istat e Bankitalia.

Scarica le slide del Report 2017.

“Il lavoro del Governo regionale – ha detto Pittella – continua per mettere a sistema tutte le potenzialità di una regione ricca di cultura, risorse naturali, storia che si è proposta a livello internazionale anche grazie ad iniziative promozionali, quale la manifestazione “L’Anno che verrà” della Rai a Maratea che ha fatto registrare un successo indiscutibile”.

Sentiamolo ai nostri microfoni