Tentato stupro a Potenza. Ferma condanna di sindaco e giunta comunale

837

Un atto grave che non può lasciarci indifferenti e che condanniamo fermamente” così Sindaco e Giunta si esprimono in merito all’episodio delittuoso verificatosi nella mattinata di ieri in via Due Torri.
“Esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla vittima – proseguono – e sentiamo il dovere di ringraziare le due persone intervenute nell’immediatezza dei fatti e le forze dell’ordine che prontamente si sono recate sul luogo.
Prendiamo altresì le distanze da chi vuole, in qualunque modo, strumentalizzare l’accaduto. L’immigrazione è un fenomeno complesso e ridurre il tema di come affrontarlo e gestirlo attraverso semplicistiche divisioni tra favorevoli e contrari non appare corretto.

A breve prenderà il via il progetto ‘Lavoro utile’ che riguarderà 240 migranti impegnanti sul territorio comunale al fianco dell’Acta. Attualmente in città sono presenti 760 migranti, secondo il report che mensilmente ci comunica la Prefettura e sono 1.548 in tutta la Provincia di Potenza.

Lavoremo – concludono Sindaco e Giunta – insieme alle altre Istituzioni e alle Forze dell’Ordine, che già operano in maniera encomiabile sul nostro territorio, affinché la sicurezza in città continui a essere pienamente garantita. Potenza è e deve rimanere città dell’accoglienza, nel pieno rispetto delle regole e del vivere civile”.

Intanto ieri manifestazione in piazza Mario Pagano di un centinaio di persone riunito nel neo costituito Comitato di cittadini per la sicurezza di Potenza  con il sostegno di Fratelli d’Italia e Movimento Nazionale per la Sovranità.
Lanciato un appello alle autorità competenti affinché venga garantita una adeguata e capillare presenza sul territorio delle forze dell’ordine.