Matera. Il sindaco De Ruggieri vieta usi impropri dell’acqua potabile

344

La riduzione dell’approvvigionamento dell’acqua a causa della modesta quantità di pioggia impone una serie di misure per razionalizzare l’uso dell’acqua per uso non alimentare, non domestico e non igienico sanitario. L’Acquedotto Lucano, infatti, con una nota dei giorni scorsi, aveva illustrato la criticità della situazione anche a causa dei consumi della risorsa idrica che risultano aumentati.

A tal proposito il sindaco Raffaello de Ruggieri con una ordinanza ha vietato il prelievo e il consumo di acqua potabile per: irrigazione e innaffiatura di orti, giardini e prati; lavaggio di aree di pertinenza, cortili e piazzali; lavaggio di veicoli, macchine ed attrezzature;riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino;tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico e igienico sanitario.
Lo comunica con una nota il Comune di Matera.

Nell’ordinanza si chiarisce, inoltre, che è in corso l’adozione di un provvedimento di razionalizzazione e/o chiusura dell’erogazione di acqua dai fontanini pubblici.