Braia: 3,1mln di euro per infrastrutture turistiche e 668mila euro per recinzioni

189

“Sono stati convocati per domani, giovedì 15 novembre alle ore 10 presso la sala Basento del Dipartimento Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata (piano -1) i  23 Comuni capofila ammessi a finanziamento per la firma dei decreti di concessione relativi alla misura 7.5 (seconda finestra) del Psr Basilicata 2014-2020. La misura finanzia, infatti, investimenti finalizzati allo sviluppo di itinerari turistici e ricreativi per la fruizione e la valorizzazione del territorio”.

Lo rende noto l’assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia.

“Un ulteriore finanziamento di circa 3,1 milioni di euro a valere su questa seconda finestra del bando – prosegue l’assessore Braia – destinato alle progettualità relative agli investimenti per la fruizione pubblica di infrastrutture ricettive, turistiche e ricreative dei comuni, enti e comuni capofila di Calciano, Laurenzana, Fardella, Castelsaraceno, Castelmezzano, Grumento Nova, San Chirico Raparo, Calvera, Ente parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri-Lagonegrese, Episcopia, Spinoso, Montemurro, Paterno, Ferrandina, Satriano di Lucania, Roccanova, Brienza, Valsinni, Castelluccio inf., Missanello, Melfi, Rionero in Vulture, Cirigliano. Il comune di Calciano è capofila di una aggregazione che comprende anche Grassano, Tricarico e Irsina, il comune di Laurenzana è capofila dell’aggregazione che vede anche Brindisi di Montagna e Albano di Lucania, il comune di Calvera aggrega anche Carbone e Teana ed infine il comune di Cirigliano aggrega Aliano, Gorgoglione, Guardia Perticara, Stigliano. Con le 21 progettualità precedentemente finanziate, sono 55 le comunità rurali – afferma Braia – tra prima e seconda finestra della misura 7.5, che realizzeranno opere importanti di fruizione turistica sia per i cittadini residenti che, soprattutto, per quelli temporanei e in visita, attraverso le strutture minime utili per essere più funzionali e pronti a fornire servizi di aggregazione”. Parteciperanno all’incontro l’assessore Luca Braia, Giuseppe Eligiato Dirigente Ufficio Economia, Servizi e Valorizzazione del Territorio Rurale e i funzionari degli uffici.

“Inoltre – aggiunge l’assessore – continuiamo nell’attuazione di tutte le misure possibili a difesa degli agricoltori contro i danni da fauna selvatica, dopo la legge regionale approvata la scorsa settimana in Consiglio, ora il bando per le recinzioni. Un aiuto atteso dagli agricoltori – prosegue l’Assessore Braia – per contrastare il fenomeno dei danni da cinghiale e non solo alle produzioni”.

La Giunta Regionale ha approvato il bando relativo alla Sottomisura 4.4 del Psr Basilicata 2014/2020 “Sostegno a investimenti non produttivi connessi all’adempimento degli obiettivi agro-climatici-ambientali” che sarà pubblicato sul prossimo numero del BUR regionale. Un intervento rivolto agli agricoltori, alle imprese agricole singole o associate che si trovano costretti a condividere con la fauna selvatica (cinghiali, lupi ecc.) il loro territorio, il bando sostiene infatti la realizzazione di opere di difesa quali recinzioni perimetrali fisse e mobili, con un contributo fino a 20mila euro. Tra le priorità del Psr Basilicata 2014/2020 vi è quella di preservare e ripristinare oltre che valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura che subiscono danni da parte della fauna selvatica, in particolare modo dai cinghiali, anche in aree Parco e Aree Natura 2000.

“Un ulteriore strumento messo in campo per contrastare il proliferare della specie cinghiale sul territorio regionale, oltre che dei lupi, specie per cui pervengono alla Regione Basilicata richieste di risarcimento danni. Le aziende agricole potranno richiedere il sostegno al 100% per la costruzione di strutture artificiali (muretti, recinzioni…) o di strutture vegetali quali siepi o filari  (che arricchiscono anche l’ecosistema) o, ancora, di interventi di protezione dalla fauna. Nello specifico, saranno ammessi a finanziamento investimenti in opere di difesa quali reti e/o fili elettrificati e non, fissi e mobili, recinzioni con reti metalliche e pali, recinzioni miste fisse”, ha concluso l’assessore.

La scadenza per la presentazione della domanda di auto è precisa a 45 giorni dalla pubblicazione sul BUR. Tutta la documentazione sarà disponibile sul portale http://europa.basilicata.it/feasr/