Strategia rifiuti zero. Altro passo con il nuovo bando della Regione

Il piano, presentato dall'assessore Francesco Pietrantuono consentirà di ottimizzare la filiera di differenzazione dei rifiuti, favorire e sviluppare la pratica del compostaggio di piccola scala

513

Presentato dall’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Francesco Pietrantuono, il bando approvato dalla giunta regionale per l’assegnazione di contributi finanziari a Comuni, in forma singola o associata, per la costruzione di piccoli impianti di trattamento delle frazioni organiche dei rifiuti e per favorire la diffusione del compostaggio di piccola scala. Stanziamento previsto quattro milioni di euro.
La domanda di partecipazione deve essere trasmessa entro le 12,00 del 30.10.2018 esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo: ambiente.energia@cert.regione.basilicata.it

Il bando è un altro passo importante verso la strategia rifiuti zero che la Regione ha avviato per una migliore e più razionale gestione del settore che nel passato ha fatto registrare emergenze che hanno creato non pochi problemi.
Ottimizzare la filiera di differenzazione dei rifiuti consentirà di favorire e sviluppare la pratica del compostaggio di piccola scala da effettuare il più possibile vicino ai luoghi di produzione.
Protagonista sarà lo stesso cittadino al quale questa nuova organizzazione del settore comporterà dei vantaggi anche per quanto riguarda le tasse da pagare al proprio Comune.

Nel corso della conferenza stampa di stamane, l’assessore Pietrantuono. l’ing. Giuseppe Galante, dirigente del Dipartimento Ambiente, Nicola Cicoria, amministratore unico di Egrip (Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata) e l’esperto Alberto Caivano hanno illustrato le strategie messe in campo dalla Regione anche attraverso questo bando.

A conclusione della conferenza stampa, abbiamo intervistato l’assessore Pietrantuono.