Inchiesta sanità: attenuazione della pena per Quinto che passa ai domiciliari

1008
Pietro Quinto

INCHIESTA SANITA’ LUCANA – Questa mattina il gip di Matera Angela Rosa Nettis ha disposto l’attenuazione della misura cautelare per l’ex commissario straordinario dell’Azienda sanitaria Asm, Pietro Quinto. Coinvolto nell’inchiesta sulle raccomandazioni e sui concorsi truccati nella sanità lucana, Quinto, in carcere dallo scorso 6 luglio, passa agli arresti domiciliari.
La stessa attenuazione è stata disposta per il direttore amministrativo dell’Asm, Maria Benedetto.

Anche il funzionario Rosanna Grieco – indagata in merito alle presunte irregolarità concernenti i concorsi per due dirigenti del dipartimento di otorinolaringoiatria – agli arresti domiciliari fino a ieri, è tornata in libertà a seguito della revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il Presidente Pittella con i legali Antonello Cimdono (a sinistra) e Nicola Buccico a destra

Intanto si aspetta l’esito del riesame, fissato per domani, chiesto dai difensori del presidente della Regine Basilicata Marcello Pittella i quali chiederanno la revoca degli arresti domiciliari per il loro assistito.