“Estate in citta” a Potenza. L’associazione “Sinergie Lucane” polemicamente annulla gli eventi. Risponde l’assessore Falotico

La presidente di "Sinergie Lucane", Paola Faggiano contesta che le associazioni devono farsi carico dei costi delle iniziative. Risponde l'assessore Falotico: era previsto dal bando.

751

Con una nota inviata alla stampa, la presidente dell’associazione “Sinergie Lucane”, Paola Faggiano, annuncia di aver deciso di annullare due eventi, previsti per settembre nell’ambito del cartellone “Estate in città” del Comune.
“Per ragioni irrevocabili – sostiene – legate ad un modus operandi in contraddizione con i principi di partecipazione e di collaborazione che un ente dovrebbe attivare nei confronti delle tante associazioni della città”.
Quali siano le “ragioni irrevocabili” lo precisa nella nota. “L’amministrazione del Comune di Potenza infatti, pur partecipando e facendo passerella in eventi cui non ha affatto contribuito, costringe a spese ingenti le associazioni che operano sul territorio per la realizzazione degli eventi. In particolare – continua la Faggiano – è increscioso far parte di un cartellone del Comune, tanto pubblicizzato dall’assessore alla cultura, cui il Comune contribuisce soltanto dando l’uso gratuito del logo e del suolo pubblico, lasciando alle associazioni tutte le spese occorrenti rispetto a progetti di sicurezza, licenze, Siae e perfino le transenne”.

Altra critica che la presidente Faggiano rivolge al Comune è l’uso, a suo dire, non corretto dei fondi disponibili.
“Scoprire inoltre – precisa a riguardo – che verso alcune associazioni, poche ed evidentemente amiche, o rispetto agli eventi organizzati dagli stessi assessorati vengono utilizzati fondi pubblici diventa insopportabile perché significa che i soldi ci sono ma non per tutti. Quindi – si chiede Faggiano – si fanno distinzioni su basi politiche? morali? O cosa?”.

L’assessore Roberto Falotico

Risponde l’assessore alla Cultura del Comune di Potenza, Roberto Falotico.
“Intanto – precisa – gli impegni che il Comune era in grado di assumere nei confronti dei partecipanti al cartellone erano ben chiariti nel bando al quale la stessa associazione “Sinergie Lucane” ha partecipato. Quindi la presidente Faggiano sapeva benissimo che tipo di contributo in termini di servizi avrebbe avuto dall’amministrazione comunale.
Mi diventa difficile, quindi, comprendere il motivo per il quale l’associazione, con mio rammarico, ha deciso di annullare gli eventi programmati. Una decisione che mi lascia alquanto perplesso.
In merito poi all’accusa rivolta all’amministrazione comunale circa l’assegnazione non corretta di fondi per gli eventi in programma, respingo – precisa Falotico – l’accusa perchè pretestuosa e infondata. Lo sa benissimo la presidente Faggiano  – aggiunge – che quando c’è stata disponibilità, i contributi sono stati dati a tutti. Come a “Ara Musiscart con Sinergie Lucane”, voglio ricordare a chi l’avesse dimenticato, è stato dato un contributo nell’ambito del cartellone “Potenza Magia di Eventi. Natale 2017″.
Spero che la questione sia chiarita e che – conclude Falotico – questo possa far rivedere la decisione della presidente Faggiano e consentire alla città come spero, di poter usufruire dei due eventi programmati”.