Quattro persone arrestate per droga. Gestivano lo spaccio nel Vulture-Melfese

Le indagini del Commissariato di Polizia di Melfi hanno confermato l'attività di spaccio delle persone arrestate, che in alcuni casi avveniva anche davanti a pubblici uffici.

361

A conclusione di indagini condotte dal Commissariato di Polizia di Melfi quattro persone sono state arrestate per spaccio di sostanze stupefacenti.
Si tratta di Antonio Stia, 54 anni di San Fele; Felice Angelone, 46 anni di Barile;  Maria Masi, 45 anni di Avigliano. Nei loro confronti il Gip del Tribunale di Potenza ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere. Arresti domiciliari sono stati disposti invece per Michele Santoro, 47 anni di Rionero.
I quattro, a vario titolo, lo scorso anno hanno gestito nella zona del Vulture-Melfese lo spaccio di droga in  particolare cocaina, metadone, hashish.

Dall’attività investigativa degli agenti del Commissariato di Melfi è emerso che Stia svolgeva una consolidata attività di spaccio nel Comune di Atella, avvicinando i potenziali clienti anche presso i Sert della zona; e che Angelone, la sua convivente Masi e Santoro gestivano una rete di spaccio nella zona.
In particolare Angelone e Masi effettuavano consegne “door to door’ su tutto il territorio del Vulture, anche pressi uffici aperti al pubblico, come l’Ufficio Postale di Dragonetti. Nei loro confronti è stato disposto anche il sequestro delle automobili normalmente utilizzate per gli spostamenti.
A conferma dell’attività di spaccio della coppia, lo scorso mese di settembre nella loro abitazione furono sequestrati 59 involucri contenenti cocaina e circa 6.000 euro in banconote di piccolo taglio.