Bullismo: convegno oggi a Rapolla

Il convengo sarà l'occasione per illustrare la metodologia del progetto realizzato dall'Istituto Comprensivo "Mons. A. Caselle" e dall'Associazione di volontariato "Spazio Giovane" di Rapolla.

830

Un’analisi ragionata su un fenomeno, quello del bullismo, non troppo sommerso. Certamente un fenomeno che non è solo un argomento mediatico ma è un problema presente tra i giovani e per il quale bisogna fare rete per prevenirlo.
E’ lo scopo del progetto che l’Istituto Comprensivo “Mons. A. Caselle” e l’Associazione di volontariato “Spazio Giovane” di Rapolla hanno realizzato.
Se ne parlerà questo pomeriggi giovedì 12 aprile, alle 16,30, nella palestra “G. Cringoli” della Scuola Secondaria di I grado, in  Via C. A. Dalla Chiesa di Rapolla in occasione del convegno “Bullismo? … non solo in TV!”.
“Il percorso progettuale avviato da qualche anno grazie ai contributi dell’8 per mille gestiti dall’associazione Spazio Giovane di Rapolla, che ha visto l’intervento di due psicologi esperti nel settore  – precisa il Dirigente Scolastico Vincenzo Bruno – ha coinvolto alunni, genitori e docenti. Il convengo sarà l’occasione – prosegue il prof. Bruno – per illustrare la metodologia di lavoro adottata nella consapevolezza che la complessità del fenomeno richiede comunque un approccio multidisciplinare e una costante opera di monitoraggio”.

Ne parleranno Antonella Acucella,psicologa, psicoterapeuta; Elvio Russo, psicologo; Francesca Tancredi, avvocato; Marisa Vignola, docente referente.
Previsti gli interventi di Maria Grazia Rapone, Presidente Associazione “Spazio Giovane”; Mario Tusa, Colonnello dell’Arma dei Carabinieri; Nino Cutro, presidente dell’ associazione “Il cielo nella stanza”; Luisa Rubino, presidente dell‘ associazione “Genitori della Basilicata” e Debora Infante, Dirigente USR – Ambito Territoriale di Potenza.
Concluderà il consigliere regionale Francesco Mollica.
In apertura del  convegno porteranno il saluto ai partecipanti il dirigente scolastico Vincenzo Bruno, il Sindaco di Rapolla Biagio Cristofaro e l’assessore comunale alla Cultura Dolores Picciuto.