Inchiesta sanità privata lucana: plauso del Prefetto

460
Il Prefetto Cagliostro

Viva soddisfazione e gratitudine a tutto il personale impiegato sono state espresse dal Prefetto di Potenza per l’operazione congiunta di Carabinieri e Guardia di Finanza che ha portato all’esecuzione dell’ordinanza con cui il G.I.P. di Potenza ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’amministratore unico e di due chirurghi dell’Istituto Clinico Lucano e di un medico della Azienda Sanitaria Locale di Potenza e il divieto di dimora nel Capoluogo nei confronti dei direttori sanitario e amministrativo della citata clinica (LEGGI ARTICOLO).

Il provvedimento è scaturito dall’attività di indagine, svolta dalle suindicate Forze dell’Ordine nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza sul predetto Istituto, che ha consentito di individuare un sistema di truffe nell’ambito delle prestazioni sanitarie effettivamente erogate, per ottenere profitti maggiori mediante falsificazione dei documenti.

I positivi risultati dell’azione, raggiunti in piena sinergia con la Procura della Repubblica di Potenza, testimoniano la presenza dello Stato e delle sue Istituzioni che presidiano il territorio, prevengono il crimine e lo combattono, a difesa della legalità.