Identificati dalla Polizia a Matera i responsabili di furti in appartamenti e di uno scippo. Un arresto

501

E’ un giorgiano di 40 anni, residente in provincia di Bari, il responsabile di un furto in un appartamento n via Collodi a Matera. La polizia lo ha arrestato mentre rientrava nella sua abitazione, nella quale gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato gli oggetti rubati nell’appartamento e refurtiva proveniente da altri furti, tra la quale 1.900 dollari in contanti.

L’uomo è stato identificato grazie alle indicazioni fornite immediatamente dai proprietari dell’appartamento che hanno chiamato il 113 e alla segnalazione da parte di alcuni passanti del numero di targa dell’auto, una Jaguar, con la quale il ladro si era allontanato.
Il giorgiano si trova ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gli oggetti rubati nell’appartamento di via Collodi sono stati restituiti al legittimo proprietario. Il resto della refurtiva sarà pubblicato sulla bacheca degli oggetti ritrovati sul sito della polizia.

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio la polizia ha anche individuato la responsabile di uno scippo di una borsa avvento il 12 febbraio scorso in piazza Mulino a Matera ai danni di un’anziana donna, episodio che raramente si era verificato nella Città dei Sassi.
Si tratta di una donna della provincia di Matera con precedenti per droga.
Anche in questo caso preziose sono state le indicazioni fornite alla polizia dai cittadini che hanno consentito d’individuarla in breve tempo e, su indicazione della stessa, a recuperare la borsa che era stata nascosta in una strada del centro.

I particolari dell’attività di polizia sono state illustrati in una conferenza stampa nel corso della quale il capo della Squadra Mobile,  Vice Questore Aggiunto Fulvio Manco, ha confermato che grazie all’attività repressiva e di controllo i furti a Matera si sono ridotti del 50 per cento.
Risultato ottenuto per l’incrementata attività preventiva svolta anche con l’ausilio delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di stanza a Potenza.