Di Maio a Potenza: “Caiata un vero bomber”

1980

“C’e’ tanto da fare per la Basilicata, per rilanciare il lavoro e le grandi opportunità per le aziende lucane: lo possiamo fare e lo facciamo se all’Unione europea spieghiamo chiaramente che noi diamo 20 miliardi di euro degli italiani ogni anno di tasse e ne rientrano soltanto 12 in fondi europei che a volte si spendono anche male”.

Lo ha dichiarato questa mattina, sabato 10 febbraio, il candidato premier del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, che nel suo tour eletterole ha fatto tappa a Potenza, partendo dallo stadio Viviani per raggiungere, a piedi, il cinema Due Torri dove ha tenuto un incontro, insieme ai candidati lucani, con i simpatizzanti pentastellati.

Parole di stima e fiducia quelle di Di Maio per i candidati lucani del M5s. Il leader pentastellato ha definendo il presidente del Potenza Calcio, Salvatore Caiata (candidato all’uninominale alla Camera per il seggio Potenza-Lauria) “un vero bomber”. “Una squadra di cui sono molto orgoglioso – ha detto Di Maio – nomi che hanno fatto tremare gli altri partiti”.

Di Maio a Potenza, in via Pretoria

Quello del M5s, secondo il candidato premier, rappresenta “un progetto, più forte di ogni clientelismo o voto di scambio, molto presente in questa regione così come in altre parti d’Italia. “Il nostro punto di forza – ha affermato Di Maio – non è il programma (20 i punti affrontati dai pentastellati, che vanno dal lavoro alla sanità, dall’istruzione al welfare, ai tagli ai costi della politica), ma la credibilità di chi lo presenta”.

Sentiamo quanto ha dichiarato ai nostri microfoni