Pulman perde una ruota. Nessun danno ai passeggeri, ma per l’Ugl urgono maggiori controlli

3697

Solo l’abilità dell’autista ha evitato che potessero esserci conseguenze per gli operai della Fca di Melfi che stavano rientrando dopo il turno di notte con un pulman della ditta Nolè.
Improvvisamente, sulla Bradanica, tra tra Spinazzola e Cacciapaglia, si è rotto un asse con fuoriuscita della ruota (vedasi foto di copertina).
Per Pino Giordano, segretario provinciale dell’Ugl di Matera, quanto accaduto ripropone il problema della poca sicurezza dei mezzi che vengono utilizzati per il servizio di trasporto pubblico.
“Cosa bisogna aspettare, che ci scappi il morto o la tragedia prima che le autorità competenti avviino un’immediata verifica dello stato di affidabilità degli autobus che circolano in Basilicata. Si continuano ad utilizzare – afferma Giordano – mezzi che superano di gran lunga l’età massima di immatricolazione sui quali non viene fatta la benchè minima manutenzione.
Quanto accaduto ai dipendenti Fca non è di poco conto. Il nostro auspicio – conclude Giordano – è che la Regione Basilicata avvii le dovute urgenti verifiche. Le Forze di Polizia alle quali va il nostro ringraziamento per l’instancabile lavoro che quotidianamente svolgono  siano molto severe nel far rispettare a tutte le aziende codice e normative riguardanti il trasporto servizio pubblico e che il Prefetto di Matera finalmente intervenga”.