Arpab: assunti i primi tecnici interinali

926

Hanno preso servizio ieri i primi 12 collaboratori dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente di Basilicata selezionati con apposito Avviso pubblico dalla ditta di somministrazione “Manpower”.

 Si tratta, per il Dipartimento di Potenza, di un ingegnere assegnato all’Ufficio Sistemi Informativi Territoriali,  di un perito di laboratorio e ingegnere assegnati al’U.O. Reti di Monitoraggio, di un ingegnere e un perito chimico all’Ufficio Aria , un ulteriore ingegnere e un geologo all’Ufficio Risorse Idriche, due geologi e una d.ssa in Scienze Forestali all’Ufficio Suolo e Rifiuti, un ingegnere  all’Ufficio Inquinamento Elettromagnetico ed Acustico e,  per il Dipartimento di Matera,  di una dottoressa in Chimica assegnata all’ Ufficio Aria. I nuovi tecnici saranno impegnati per trenta ore settimanali e per 6 mesi prorogabili.

Il Direttore Generale Edmondo Iannicelli ha ricordato “l’intenso lavoro che li attende per sopperire alle carenze in organico che non hanno consentito di erogare talune prestazioni contemplate da leggi e regolamenti.
“Il Progetto Masterplan, per il rilancio dell’Arpab, finanziato dalla Regione Basilicata è ambizioso per le sue finalità tese a rimuovere le inefficienze che negli anni si sono stratificate all’interno del sistema di protezione ambientale regionale.”

“È nel vostro interesse – ha aggiunto il Direttore Generale –  aiutarci a realizzare il piano industriale c.d. Masterplan  perché, alla sua scadenza, si trasformi da progetto straordinario ad attività strutturate. Abbiamo fatto importanti investimenti tecnologici e, segnatamente, stiamo investendo nella cultura d’impresa anche attraverso una straordinaria formazione del personale agenziale”.