Mercato del lavoro, insediato l’Osservatorio Regionale

130

Avrà lo scopo di monitorare l’andamento dell’occupazione in tutte le sue sfaccettature e realizzare politiche più mirate il Comitato d’indirizzo dell’Osservatorio Regionale del Lavoro insediatosi ieri.
Oltre all’assessore alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca, Roberto Cifarelli, ne fanno parte Anna Maria Russelli (Cgil), Giuseppe Amatulli (Cisl), Giancarlo Vainieri (Uil), Alessandra Mastro (Confindustria), Nicola Fontanarosa (Confimi Industria), Franco Stella (Confapi), Antonio Vitucci (Confesercenti), Leonardo Montemurro (Confartigianato/CNA), Vincenzo Coviello (Alleanza delle Cooperative Italiane).

L’Osservatorio lavorerà su tre tipi di analisi: congiunturali sulla domanda e offerta di lavoro; tendenziali sui trend occupazionali di medio periodo con un focus sui fattori strutturali del mercato del lavoro regionale; settoriali o tematici su particolari fenomeni rilevanti per le politiche del lavoro.

“Si tratta – afferma l’assessore Cifarelli – di uno strumento molto importante per monitorare il mercato del lavoro in Basilicata in modo da assumere le decisioni più idonee al reale fabbisogno di occupazione.
Ci proponiamo – continua l’assessore – di rendere quanto prima operativo il piano delle attività dell’Osservatorio del mercato del lavoro. Si tratta di attività che potranno rappresentare ed evidenziare l’andamento nel tempo delle principali variabili che caratterizzano il mercato del lavoro locale.
Potremo così, solo per fare un esempio, indagare – conclude Cifarelli – il fenomeno della disoccupazione giovanile a livello locale in ottica comparata con i dati europei, nazionali e regionali, con particolare riferimento al fenomeno dei NEET (giovani 15 – 29 anni che non studiano, non lavorano, non si formano), il lavoro atipico, il lavoro femminile, la scolarizzazione, ect”.
Tra le pubblicazioni periodiche prevediamo di realizzare anche report sull’analisi dell’efficacia e sulla valutazione di impatto degli interventi formativi e di politica attiva del lavoro e in genere delle politiche regionali realizzate”.

Entro la fine del mese, come anticipato dall’assessore Cifarelli,  sarà convocata una nuova riunione dell’Osservatorio per programmare le attività, per definire le modalità organizzative e di funzionamento e per delineare un piano di comunicazione. Tutto questo per far entrare nel vivo l’osservatorio in modo da orientare scientificamente le politiche attive del lavoro”.