In barca a vela, non solo una gita per ragazzi down

420

Andare per mare su una barca a vela non da turista ma da novelli marinai, impegnati in tutte quelle attività proprie di chi trascorre giorni a bordo è un’esperienza che i ragazzi down che l’hanno vissuta difficilmente dimenticheranno.
Questo grazie al un progetto “Secondo il vento faremo le vele” dell’Aipd nazionale che, per il secondo anno consecutivo, ha coinvolto ragazzi down delle sezioni Aipd di Potenza, Pisa e Oristano.


Un’esperienza che, su iniziativa della sezione di Potenza dell’Aipd, è raccontata in una mostra fotografica che è stata allestita nel locale “Assurd Pucceria” in vico Francesco Stabile, nel centro storico del capoluogo di regione.

Fabio è uno dei ragazzi che ha partecipato al progetto.

Il progetto, al quale i ragazzi della sezione di Potenza dell’Aipd hanno potuto partecipare grazie al contributo della Bcc, Banca Di Credito Cooperativo Di Laurenzana E Nova Siri, s’inserisce in quello più ampio finalizzato a far acquisire ai ragazzi piena autonomia, come ci conferma Carmela De Vivo, presidente dell’Aipd di Potenza.

La mostra è stata allestita in occasione della giornata nazionale 2017 delle persone con sindrome di down, lo slogan della quale è “Guardiamoci negli occhi”. Un tema scelto per sfatare falsi miti, o ancor più pregiudizi perchè – dicono a chiare lettere chi  soffre di questa sindrome – i down possono fare sport, andare a scuola, socializzare, vivere in autonomia o quasi, lavorare.


E’ il messaggio che i volontari dell’Aipd hanno lanciato ieri durante la giornata nazionale attraverso gli stand allestiti a Potenza ed in altri centri della Basilicata. Per l’occasione sono stati raccolti fondi per sostenere l’attività dell’associazione.