Sospesa l’attività di reiniezione a Costa Molina 2

495

La giunta regionale ha deliberato la sospensione dell’attività di reiniezione in unità geologica profonda delle acque di strato mediante il pozzo Costa Molina 2 in agro di Montemurro.
La decisione si è resa necessaria a seguito della segnalazione effettuata da Arpab in ordine al riscontro della presenza di sostanze pericolose in una delle vasche di stoccaggio delle acque di strato e in testa pozzo Costa Molina 2.
Le motivazioni tecniche e i contenuti della delibera saranno illustrati domani mattina nel corso di una conferenza stampa convocata per le ore 11,30 in Sala Verrastro al primo piano del palazzo della giunta regionale.
Oltre al presidente Marcello Pittella, parteciperanno l’Assessore all’ambiente Francesco Pietrantuono, il direttore generale del Dipartimento Ambiente Carmen Santoro e il direttore generale dell’Arpab Edmondo Iannicelli.