Vincenzo Tiri vince la 2* edizione del Premio “Il Panettone secondo Caracciolo”

1801

Si è svolta domenica 24 settembre a Reggio Calabria, in un ambiente dal pregio storico e paesaggistico davvero incantevole, come lo storico Palazzo Alvaro, l’edizione 2017 della manifestazione “Il Panettone secondo Caracciolo” che ha ospitato nomi illustri e tra i più rilevanti del panorama dell’arte pasticciera Italiana (Marco Antoniazzi, Rocco Scutellà, Roberto Cantolacqua, Salvatore De Riso, Denis Dianin, Salvatore Gabbiano, Francesco Borioli e Luca Dal Corso, Alfonso Pepe, Marco Rinella, Vincenzo Tiri, Felice Venanzi e Marta Boccanera, Sebastiano Caridi, Salvatore Cappello, Raffaele Trimboli, Angelo Musolino).

I maestri in gara si sono dedicati alla ricerca di abbinamenti prestigiosi per rispondere alla sfida, descritta dallo slogan, semplice ed efficace, della manifestazione: “Riunire l’eleganza e le eccellenze di un dolce senza confini, con una carrellata di grandi Maestri, alla ricerca di abbinamenti e scorci reggini”.

Vincenzo Tiri, maestro pasticcere di Acerenza (Pz), dopo aver conquistato una giuria di assoluto valore come Igino Massari, Achille Zoia, Gino Fabbri, Federico Anzellotti, Fabrizio Donatone, Gianluca Fusto , Vittorio Santoro, il prof. Vincenzo Russo, si è confermato straordinario e assoluto interprete dell’arte della pasticceria e della lievitazione italiana vincendo tutti e sette i premi in gara. (Miglior panettone contest, Miglior panettone del pubblico, Miglior packaging, Migliore abbinamento panettone-vino, Miglior panettone tradizionale, Migliore panettone farcito, Premio Zoia).