Attività venatoria, da oggi disponibili i tesserini

271

Da oggi sono in consegna ai cacciatori i tesserini regionali per l’esercizio dell’attività venatoria 2017/2018.

L’esercizio dell’attività venatoria si effettuerà regolarmente secondo i tempi e le modalità previste dal calendario venatorio già approvato dalla Giunta regionale, che riportiamo qui di seguito.

Dove ritirare i tesserini

Da oggi nella sede della Regione nei Comuni di residenza

I cacciatori residenti nel comune di Potenza potranno ritirare nella sede Regione Basilicata – Dipartimento Politiche agricole e forestali – sita in V. Verrastro 5, a partire dal 1 settembre e fino al 29 settembre 2017, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30 e il martedì e giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 18,00.

I cacciatori residenti nel comune di Matera ritireranno il tesserino nella sede della Provincia di Matera – ex Ufficio Caccia a partire dal 1 settembre e fino al 29 settembre 2017, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30;  il martedì e giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 18,00.

Calendario venatorio 2017-2018 approvato dalla Regione Basilicata

Preapertura

Il calendario venatorio 2017/2018 prevede 3 giornate di preapertura per il prelievo della tortora (il 3, 10 e 13 settembre) 3 giornate di preapertura per il merlo (il 17, 23 e 24 settembre). La caccia in preapertura sarà consentita solo da appostamento ai cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata, con un carniere massimo giornaliero di 5 capi per specie.

Posticipo chiusura

Reintrodotto il posticipata al 10 febbraio della chiusura del periodo di caccia per le specie ColombaccioCornacchia grigia, Ghiandaia e Gazza, esclusivamente d’appostamento. Dal 1° al 10 febbraio queste specie potranno essere cacciate solo da appostamento.

Periodi di caccia

Quest’anno l’apertura generale della stagione venatoria è stata fissata per il 1° di ottobre. Questi i principali periodi di caccia:

  • Quaglia e Tortora dal 1° al 29 ottobre
  • Fagiano, Merlo e Allodola dal 1° ottobre al 31 dicembre
  • Lepre dal 1° ottobre al 3 dicembre
  • Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Folaga, Beccaccino, Frullino, Pavoncella, Alzavola, Mestolone, Canapiglia, Fischione, Germano reale, Codone, Marzaiola,  Moriglione,  Gallinella d’acqua, Porciglione dal 1° ottobre al 20 gennaio
  • Colombaccio, Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza dal 1° ottobre al 10 febbraio. Dal 1° gennaio al 10 febbraio esclusivamente da appostamento
  • Beccaccia dal 1° ottobre al 31 dicembre
  • Volpe dal 1° ottobre al 31 gennaio
Cinghiale

Quanto al prelievo del cinghiale, questo sarà consentito dal 1 ottobre al 31 dicembre, esclusivamente nei giorni fissi di mercoledì, solo in battuta e braccata con l’uso esclusivo di munizioni senza piombo.

Il prelievo del cinghiale in forma individuale resta consentito esclusivamente al di fuori dei Distretti di Gestione.

Carnieri

Questi i carnieri massimi giornalieri e stagioni consentiti:

  • Selvaggina stanziale
    1 Lepre per giornata con un massimo di 10 capi a stagione
    2 Fagiani per giornata per un massimo di 20 capi a stagione
    Volpe e Cinghiale senza limiti di carniere.
  • Selvaggina migratoria, 20 capi totali a giornata di cui:
    5 Tortore per un massimo di 25 capi stagionali
    5 Quaglie per un massimo di 25 capi stagionali
    Allodola e Merlo 10 capi per un massimo di 50 capi stagionali
    Beccaccino, Frullino e Pavoncella 3 capi per un massimo di 50 capi stagionali
    3 Beccacce per un massimo di 20 capi stagionali
    5 Colombacci per un massimo di 40 capi stagionali
    5 Anatidi e Rallidi per un massimo di 50 capi stagionali (ad eccezione del codone, massimo 25 capi annui)