Matera 2019, una strategia comune per vincere la sfida

175

Un bilancio di cosa è stato fatto ma soprattutto ciò che bisognerà fare in vista dell’importante appuntamento del 2019. Il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggiero ha convocato parlamentari lucani, amministratori, in un incontro nel quale la presenza del Presidente della Giunta Regionale, Marcello Pittella, ha confermato che il massimo ente territoriale è accanto al Comune per fare tutto quello che è possibile per vincere insieme la grande sfida che attende la Città dei Sassi.
Pittella lo ha ribadito. “Lo sforzo che é stato fatto dal Comune di Matera e lo sforzo che farà ancora una volta la Regione, non mancherà. Siamo pronti ad intervenire punto per punto, sedendoci intorno ad un tavolo operativo che si aggiorni per obiettivi e a cui parteciperanno tutti gli uffici preposti. Proviamo – ha detto Pittella – tutti insieme su obiettivi che condividiamo a raggiungere il risultato complessivo”.

Pittella interviene all’incontro di Matera

“L’intero territorio regionale – ha detto, da parte sua, il sindaco De Ruggieri -– deve saper utilizzare il valore internazionale acquisito dal brand Matera, per attuare azioni che intervengano sulla piaga dell’occupazione e dell’emigrazione dei giovani.
E’ necessario dare qualità urbana e culturale alla città, ma queste – ha aggiunto – non possono considerarsi scisse dal valore della sostenibilità economica, per cui è necessario rafforzare la capacità di attrazione di investimenti pubblici e privati in un’ottica sovraterritoriale”.

De Ruggieri ha ricordato l’imminente avvio della sperimentazione della nuova tecnologia 5G di telefonia mobile, il recente Decreto Mezzogiorno ha introdotto due importanti innovazioni: l’utilizzo dello strumento del Contratto Istituzionale di Sviluppo per accelerare gli investimenti per la Capitale Europea della Cultura, e l’istituzione delle Zone Economiche Speciali, per cui le regioni del Mezzogiorno si apprestano a definire confini e piani di sviluppo strategici.
E’ necessario dare qualità urbana e culturale alla città, ma queste non possono considerarsi scisse dal valore della sostenibilità economica, per cui è necessario – ha concluso De Ruggieri – rafforzare la capacità di attrazione di investimenti pubblici e privati in un’ottica sovraterritoriale”.

A riguardo Pittella ha aggiunto:”Matera vince la sfida se fa sistema con la regione tutta. Abbiamo già dimostrato con i fatti la volontà di costruire percorsi virtuosi perché Matera continui a realizzare questa sua corsa verso lo sviluppo e il miglioramento della qualità della vita insieme a tutta la Basilicata. I risultati ottenuti sono significativi, ma c’è bisogno di arricchirli. C’è un piano di opere importanti che va realizzato e la sfida vera consiste nel tentare di accorciare la forbice del tempo.
La Regione ha prodotto sforzi importanti per Matera negli anni. Ora – ha ribadito Pittella – ne servono di ulteriori, seppur la Regione non viva momenti rosei. La chiusura temporanea del Centro Olio di Viggiano, ad esempio, durante il periodo di sospensione, ha prodotto una perdita di 120 milioni di euro per le casse della Regione. Nonostante ciò, – ha concluso il Governatore – faremo la nostra parte come sempre”.

Nel dibattito sono intervenuti  i parlamentari Ludovico Vico, Cosimo Latronico, Maria  Antezza e Vito Petrocelli, gli assessori regionali Nicola Benedetto e Luca Braia, e Salvatore Adduce. Quest’ultimo ha illustrato l’ampio schema del Masterplan e in particolare del quadro degli interventi finanziabili  in settori che vanno dalle infrastrutture (ferrovie e collegamenti stradali) fino al rinnovamento urbano, all’accessibilità, all’accoglienza e al settore digitale. Elementi, questi ultimi, che rappresentano la chiave di volta per lo sviluppo contemporaneo e futuro della città e dell’intero territorio.