“Tattooing”, a Potenza un evento dedicato al mondo dei tatuaggi

2034
Dopo il successo dell’anno scorso torna “Tattooing”, evento culturale dedicato al mondo del tatuaggio, giunto alla seconda edizione, che si terrà nel prestigioso Teatro “F. Stabile” nel cuore della città di Potenza, durante la “Notte Bianca del Libro”.
L’evento, previsto per il 3 agosto, inizierà alle ore 20.00, con l’apertura della mostra fotografica “Indelebile, storia di un corpo tatuato” dove, attraverso vari scatti artistici, verranno messi in evidenza argomenti di percorsi all’interno del mondo del tatuaggio, a cura di Antonio Santarsiero e Giuseppe Catone, con la partecipazione di Stefano Casell, Giuseppina Angelucci e Marianna Libano.
A seguito della mostra si terrà il convegno, dove saranno trattati argomenti inerenti al tatuaggio. Interverranno Francesca Bonetti, tatuatrice romana con alle spalle oltre 20 anni di carriera, fine interprete del tatuaggio tradizionale, che parlerà del tatuatore e del tatuaggio dagli anni ’90 ad oggi; Eliseo Ugo Giuseppin, tatuatore storico romano, e docente presso scuole di formazione professionale del tatuaggio. Nel 2000, costituì con Franco Cecconi, Sergio Diomede, Paolo Di Trocchio e Massimo Grilli, l’ ART associazione dei tatuatori, che riunisce artisti del tatuaggio e del piercing con l’obiettivo di proporre ed ottenere una legge nazionale che regoli gli aspetti previdenziali, fiscali, amministrativi, igienico-sanitari e formativo. Si occuperà di parlare della formazione professionale del tatuatore; Antonio Santarsiero, tatuatore potentino e Giuseppe Catone, fotografo professionale, tratteranno di come è nato il progetto fotografico all’interno dell’evento.
“Tattooing”, primo evento culturale per la città dedicato al mondo del tatuaggio è nato nel 2016 durante la “Notte Bianca del Libro” e si è svolto nella cappella dei Celestini del Museo Nazionale di archeologia di palazzo Loffredo. Nella prima edizione è stata realizzata una mostra fotografica dedicata agli stili, i volti dei padri del tatuaggio moderno, simbologia e temi del tatuaggio, a cura di Antonio Santarsiero. A seguito della mostra si è tenuto un convegno su “storia, stile ed etica del tatuaggio”, a cura di Franco Cecconi, personalità nota del tatuaggio italiano e docente di etica del tatuaggio. Durante il convegno sono intervenuti Antonio Santarsiero (The Blackcherry Tattoo Studio, Potenza), Eva Lafarge (Peccati di Pelle, Potenza) e Gianluca Altavella (Generazione Tatto, Rionero in Vulture), tatuatori locali ed è stato presentato il libro ” Vorrei un tatuaggio color carne” di Paolo Fittipaldi.