Vietato l’uso dell’acqua dei torrenti Gravina e Gravina di Matera

231

Il sindaco di Matera, Raffaello DE Ruggieri, con propria ordinanza ha vietato l’uso e l’utilizzo delle acque dei torrenti Gravina e Gravina di Matera.
Il provvedimento è stato adottato dopo la nota del Dipartimento di Prevenzione Collettiva della Salute Umana U.O. Epidemiologia e Sanità Pubblica dell’ASM con la quale il Dirigente Medico dell’Unità Operativa Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica chiede l’adozione di ordinanza contingibile ed urgente che vieti il prelevamento e l’utilizzo per qualunque scopo delle acque dei torrenti Jesce, Gravina e Gravina di Matera in relazione ai risultati delle analisi eseguite dall’Arpab sulle acque dei torrenti stessi che hanno accertato un elevato grado di inquinamento organico dei torrenti Jesce, Gravina e Gravina di Matera.
Al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità, De Ruggieri ha disposto il divieto assoluto di utilizzo a qualsiasi fine, compresi gli usi irrigui e zootecnici, delle acque dei torrenti Gravina e Gravina di Matera nel tratto del territorio comunale, nonché il divieto di emungimento ed utilizzo dei pozzi privati, autorizzati e non, insistenti lungo i torrenti stessi, eventualmente alimentati dalle acque della Gravina e Gravina di Matera.


Il sindaco De Ruggieri ha disposto inoltre che il dirigente del settore Ambiente, con il supporto degli Enti interessati, faccia effettuare urgenti verifiche ed accertamenti per individuare le cause dell’inquinamento in atto e per imporre le conseguenti rimozioni.