Alla Grancia ritornano i briganti

9718

Da sabato, 8 luglio prossimo, riprende alla Grancia di Brindisi di Montagna  il cinespettacolo “La Storia Bandita“. Sarò proposto fino a settembre.

“La Storia Bandita”, è il più grande spettacolo di teatro popolare d’Italia mai realizzato sulla storia del Brigantaggio nel Mezzogiorno. Una narrazione spettacolare della durata di 2 ore, animata da 300 figuranti che interagiscono su un’area di scena di oltre 25mila metri quadri, con 500 effetti pirotecnici, 400 fari teatrali e cinematografici, un impianto sonoro immersivo multitraccia con 12 sorgenti, proiezioni di grandi immagini sulla roccia e su schermo d’acqua, oltre a numerosi altri effetti speciali in scena.

La storia bandita” è una rappresentazione sulle insorgenze anti-napoleoniche e anti-risorgimentali in Basilicata e nel Mezzogiorno d’Italia.
La messa in scena di questa opera si avvale di una particolare forma di teatro popolare, denominata Cinespettacolo, frutto della contaminazione tra cinema, musical, teatro e danza, che si svolge annualmente nel periodo estivo nel parco della Grancia a Brindisi di Montagna in un’area scenica di 25.000 m² costituita dall’anfiteatro naturale della foresta Grancìa.
Il format si ispira al modello della Cinescenié di  Puy du Fou in Vandea (Francia).

Il racconto, ambientato nel periodo del brigantaggio post unitario in Basilicata, narra la vita del brigante Carmine Crocco, dalle vicende familiari che segnano la sua giovinezza sino a quando divenuto capo dei briganti, in nome di Francesco II, il deposto Re Borbone, terrà in scacco per un lungo periodo, con i suoi uomini,l’esercito sabaudo tra la Basilicata e l’Irpinia.
Sarà il tradimento di uno dei suoi uomini a permetterne la cattura e porre così fine alla rivolta e alle speranze dei suoi seguaci.
Il monologo finale recita: <<Briganti o emigranti>> come destino per molti meridionali ma al contempo apre alla speranza di riscatto che ogni nuova generazione porta inevitabilmente con sé.
Lo spettacolo presenta la figura di Crocco, così come sedimentatosi nella memoria popolare lucana attraverso le leggende e le canzoni, quale simbolo di riscatto e di affermazione dell’identità e della dignità di un popolo, quello dei contadini in rivolta, quello dei cosiddetti “cafoni”.

Ideata e scritta da Giampiero Perri con la collaborazione di Oreste Lopomo, si è avvalsa della consulenza storica del prof.Tommaso Pedio.

IL PROGRAMMA

Il Parco sarà fruibile gratuitamente tutti i giorni in cui andrà in scena il Cinespettacolo “La Storia Bandita”.

Con l’acquisto del ticket d’ingresso al Cinespettacolo, oltre a poter accedere a tutte le attività del parco, si potrà usufruire di un omaggio utilizzabile nella stagione 2017.

10:00 APERTURA DE PARCO

10:00 RURAL FITNESS   
Passeggiata nell’antico percorso dei frati certosini del convento Grancia. Il percorso di circa 1 ora collega il parco al borgo di Brindisi montagna. L’attività comprende la colazione del brigante a base di formaggi e salumi lucani e la presenza di una guida esperta. ATTIVITÀ SOLO SU PRENOTAZIONE – COSTO EURO 8,00.

10:00 SCUOLA PRATICA DI FALCONERIA
Lezione didattica sul tema dell’antica arte della falconeria. L’arte, che da oltre 4000 anni ha appassionato l’uomo, notevole elemento non solo di apprendimento didattico ma anche di educazione all’ambiente, potrà essere praticata con l’ausilio di due maestri falconieri. Il corso, dalla durata di 2 ore, dalle 10:00 alle 14:00, prevede l’utilizzo degli strumenti della falconeria per richiamare al guanto i rapaci messi in libertà. Sarà articolato in due fasi: la prima didattico-formativa, sul tema della falconeria, sulle sue origini storico-culturali e sulla sua importanza quale strumento di sensibilizzazione al rispetto della fauna e della flora; la seconda operativa, con l’allestimento di un piccolo zoo e l’uso di materiale multimediale e fotografico, alla scoperta degli animali e delle loro caratteristiche fondamentali. ATTIVITÀ SOLO SU PRENOTAZIONE – GRATUITA

10:00 – 23:00 UNO SGUARDO AL TERRITORIO
Un viaggio mozzafiato ad oltre 30 mt di altezza per poter osservare l’emozionante paesaggio delle Dolomiti lucane. COSTO EURO 6,00

12:00 – 23:00 LA CUCINA STORICA DEL PARCO

Riproposizione di eccellenze culinarie legate alla tradizione e alla storicità di piatti preparati secondo le antiche ricette e gli antichi strumenti della cucina ottocentesca, presso la Taverna di posta, e cinquecentesca, propria dei frati certosini, antichi abitanti della foresta Grancia, presso il borgo dei sapori – E’ GRADITA LA PRENOTAZIONE

15:00 – 20:00 IL BENVENUTO DEL MONACELLO
A cura della compagnia teatrale HDUEteatrO

15:00 – 20:00 BASILICATA IN VETRINA

La Lucania, una terra inesplorata, amata, apprezzata, ricca di tradizioni, miti, riti e storia.
Il Parco della Grancia offre un luogo fisico denominato “ Basilicata in Vetrina “, una costruzione di In circa 250mq di spazio scenografato, artisti lucani, in collaborazione con il Liceo D’arte di Potenza, condurranno gli ospiti attraverso i borghi lucani, catturandone emozioni, manifestazioni, eventi, storia e cultura. Ospiti di “Basilicata in vetrina” le ProLoco di Basilicata, che suggestioneranno gli ospiti con materiale fotografico, grafico, artistico o con piccole performance.

15:00 – 20:00 AREA DELLA RURALITA’

Fattoria e mercato degli animali, con ricostruzione storica della vita del contadino dell’800 con scene di aratura e mietitura con gli antichi strumenti della tradizione contadina.

15:00 – 20:00 BRIGANTESSA

A cura della compagnia teatrale HDUEteatrO. Monologo di Filomena Pennacchio, sulla vita e la storia che ha caratterizzato il mondo femminile durante il fenomeno del brigantaggio.

15:00 – 20:00 ACCAMPAMENTO MILITARE BORBONICO

Ricostruzione storica dell’accampamento militare “Battaglione Tiragliatori della Guardia Reale” (1856-1861), con laboratori didattici sulla vita militare, il cibo e le armi dei soldati, con approfondimento storico sul tema del brigantaggio, a cura dell’associazione di rievocazione storica “Milites Luci”, associazione storico culturale di Potenza impegnata nel riscoprire e valorizzare la storia militare dell’ esercito borbonico, attraverso approfondite analisi e accurate ricerche di documenti e regolamenti militari dell’epoca duosiciliana. Altre figure storiche rievocate sono i briganti e le brigantesse lucane della seconda metà dell’ottocento, che vanno a formare la Colonna Briganti della Terra di Lucania.

15:00 – 20:00 DOR – IL DIVERTIMENTO DI ORIGINE RURALE

Salvaguardia del gioco antico legato ai riti e alle tradizioni dell’antica Lucania, composte da un patrimonio vivente di persone che, attraverso il gioco antico e sovente dimenticato, mantengono in vita la memoria storica, le peculiarità ambientali e la creatività sociale del loro territorio. È questo l’obiettivo di DOR, a cura della compagnia teatrale HDUEteatrO: ridare luce agli antichi giochi della ruralità, i giochi dimenticati, tramandati da secoli, legati alla realtà culturale locale; attività ludiche difese e custodite dai nonni lucani che vedranno il pubblico coinvolto in una sana competizione, impegnato in laboratorii sulla costruzione degli antichi giochi.

15:00 – 20:00 VILLAGGIO MEDIEVALE

Accampamento medievale con laboratorio partecipati di cucina, ceramica e antichi mestieri, a cura dell’associazione culturale “Historia”, socio fondatori dell’associazione del Centro Studi Normanno-Svevi dell’università di Bari.

 15:00 –  20:00 TRADIZIONI, RITI E MITI

Laboratorio e performance di danza aerea su alberi, cartomanzia, poesie e ritrattisti.

15:00 – 20:00 LABORATORI DEL GUSTO

Laboratori didattici e pratici sui prodotti agroalimentari del territorio: miele, pasta, olio, salame, vino.

16:00 – 16:30 FORESTA IN SCENA

Spettacolo teatrale a cura di “Botteghe Invisibili”. Un viaggio nell’immaginario della cultura popolare, dove riti e miti fondano le radici nella tradizione popolare. Gli ospiti saranno traghettati ne “La vera storia del Monacello”, protagonista con il suo cappuccio rosso dei tanti racconti popolari, “un essere piccolissimo allegro, aereo”, il cui maggior diverntimento “è di fare ai cristiani ogni sorta di dispetti”.

16:30 – 17:00 RITO DEL MAGGIO: MATRIMONI TRA GLI ALBERI
Rievocazione del rito del maggio lucano, il matrimonio degli alberi come buono auspicio per la nuova raccolta, alla scoperta delle origini dei riti arborei della Basilicata, quando la religione era ancora legata a rituali a noi oggi ignoti che oggi rivivono in alcuni borghi della misteriosa Lucania.

17:00 – 17:30 FORESTA IN SCENA – CAPPUCCETTO ROCCO

Spettacolo teatrale a cura del trio “La Ricotta”.

18:30 – 19:30 TEATRO FALCONERIA

Spettacolo teatrale sul tema della falconeria a cura di Bitmovies srl: due cerimonieri e 4 falconieri animeranno i voli degli oltre 20 rapaci. Uno spettacolo unico nel suo genere, un vero e proprio spettacolo teatrale dal vivo con un eccezionale contributo tecnologico audio – visivo che ne è garante di unicità e originalità.

 20:00 – 21:00 CENA
Riproposizione di eccellenze culinarie legate alla tradizione e alla storicità di piatti preparati secondo le antiche ricette e gli antichi strumenti della cucina ottocentesca, presso la Taverna di posta, e cinquecentesca, propria dei frati certosini, antichi abitanti della foresta Grancia, presso il borgo dei sapori – GRADITA LA PRENOTAZIONE-.

21:30 CINESPETTACOLO “LA STORIA BANDITA”