Tutto pronto a Matera per il G7

123

Illustrate in una conferenza stampa in Prefettura a Matera le misure adottate per ospitare il pomeriggio di venerdì, 12 maggio prossimo, i partecipanti al G7 che visiteranno la Capitale della Cultura 2019.

All’incontro con i giornalisti, organizzato dal Prefetto, Antonella Bellomo, sono intervenuti il sindaco Raffaello de Ruggieri e il Questore Paolo Sirna, presenti i rappresentanti delle forze dell’ordine.

“In città arriveranno i sette ministri dell’economia, i direttori delle relative  banche centrali, dell’Unione europea, del Fondo monetario insieme ad  altre personalità di rilievo – ha spiegato il Prefetto Bellomo–. Si tratta di un evento preparato nel dettaglio in tutti questi mesi. Le presenze del tutto particolari degli  ospiti, in tutti i casi, creeranno disagi attenuati per la città che visiteranno per alcune ore”.

Il gruppo arriverà poco prima delle 19, provenendo da Bari scalo dove, a bordo di un treno speciale delle Ferrovie Appulo lucane, raggiungeranno la stazione di Matera sud, la più vicina a Palazzo Lanfranchi, sede della cena di gala. La delegazione lascerà Matera intorno alle 22.30.

“La visita comincerà in via Bruno Buozzi, proseguirà in piazza S. Pietro Caveoso, visiterà la chiesa e l’area vicina di Vico  Solitario. Subito dopo raggiungeranno Palazzo Lanfranchi dove si svolgerà un aperitivo con i saluti delle istituzioni, cui seguirà la cena riservata solo alle delegazioni”.  Palazzo Lanfranchi è stato privilegiato sia sotto il profilo storico e monumentale, ma anche per la sua forte valenza pubblica anche se il 12 maggio sarà chiuso al pubblico.

Il sindaco De Ruggieri ha sottolineato il momento importante che la città si appresta a vivere, e che offre ulteriore prestigio a Matera, la cui vicenda storica verrà illustrata nel corso del viaggio che li condurrà da Bari a Matera insieme ad un video descrittivo delle bellezze della città. Ai partecipanti verrà donata una guida in inglese della città.

“Anche in questa occasione, si conferma il metodo di sinergia e condivisione che avevamo già sperimentato in occasione del Capodanno di Raiuno a Matera. Abbiamo confermato la collaborazione con  tutte le forze in campo – ha spiegato il sindaco – in forma corale. La forte attrazione che provoca la nostra città, ha coinvolto anche  prestigiosi ospiti, diventando punto di attrazione e riferimento.
La storia di questo luogo, non deve solo essere contemplata, ma rappresentare un valore territoriale verso lo sviluppo economico. Sarà un’occasione per affrontare temi economici, quelli che premono di più alla nostra città. Dal punto di vista della logistica – ha aggiunto il sindaco – il nostro capo di gabinetto ha lavorato con Prefettura e Questura per definire l’area di riferimento. La città non verrà bloccata, piuttosto sarà una grande opportunità  per accogliere ospiti speciali, in condizioni tali da garantire la sicurezza”.

La Soprintendente del Polo museale regionale, Marta Ragozzino si è soffermata sulle misure previste a Palazzo Lanfranchi, sede dello speciale incontro che si svolgerà nella serata del 12 maggio. All’interno della struttura,  verranno allestiti speciali spazi tra cui quelli previsti per la promozione di prodotti alimentari a marchio Igp, promossa dall’assessorato regionale all’Agricoltura, e di prodotti di alcune aziende materane (Bawer, Calìa Salotti e Amaro lucano).

“Nei nostri spazi – ha spiegato Marta Ragozzino – verranno ospitati alcuni argenti del Museo diocesano e uno dei vasi più belli della collezione Rizzon, del Museo Ridola. Vogliamo dare spazio al nostro patrimonio”.

Il Questore Paolo Sirna ha illustrato nello specifico, le misure che verranno adottate nelle ore della visita materana: “Lo spirito centrale delle nostre scelte ha voluto tenere in considerazione la garanzia di sicurezza e la vivibilità della città. Unire queste due esigenze è stato possibile grazie alla pianificazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica.
Ogni area visitata dai delegati è stata definita con relative mappe suddivise in zone di massima sicurezza e zone riservate (rispettivamente di coloro rosso e azzurro); l’area di rispetto (colore verde).
In tutti i casi sono previste limitazioni che varranno dalle 14 alle 24, in particolare per la circolazione veicolare. Nella zone saranno presenti check point di controllo.
Ai camionisti che dovranno raggiungere la città o uscire da Matera  – ha suggerito il Questore – suggeriamo di utilizzare la statale 6 da via Gravina.
Adeguata cartellonistica indicherà, comunque, le strade alternative da percorrere.
Alle guide turistiche – ha proseguito il Questore – suggeriamo di non condurre le comitive turistiche nelle aree rosse in quelle ore. I pedoni non potranno infatti passare, tranne che non siano autorizzati perché residenti  in questo territorio, di cui è stato fatto opportuno censimento. I divieti di attività riguarderanno anche allestimenti e vendita ambulante”.

pianta 2

Nel dettaglio le zone e i divieti previsti da un’ordinanza del sindaco

Chiusura dalle 14 alle 24 degli eserczci commerciali ricadenti nelle seguenti zone:
-Via Ridola, subito dopo il civico 42 fino all’incrocio con via Duni e, sul versante opposto, dal civico 33 incluso fino al Bar Lanfranchi incluso.
-via Duni, dall’incrocio con via Rdiola fino all’intersezione con vico Duni
-via Ridola fino a via Buozzi
-via Buozzi, civico 184

Chiusura dalle 14 alle 24 del 12 maggio
-Palazzetto dello Sport in via delle Tamerici
-sito turistico Casa Grotta di vico Solitario
-chiesa Madonna dell’Idris 

Anticipo di chiusura alle 13,30 delle attività della scuola del plesso Padre Giovanni Minozzi. Il parcheggio nell’area retrostante all’istituto è destinato alle esigenze della Questura

-modifica di linea di trasporto urbano Sassi con capolinea a Porta Pistola e ritorno, dalle 14 alle 24

-estensione alle 21,30 della Ztl “Zona Sassi”

-Istituzione e delimitazione dell’area di massimo rispetto a cura della Polizia locale di presìdi fissi check point con transenne presidiate da personale dipendente

-rimozione lungo il percorso e nelle aree di massimo rispetto di cassonetti dalle 7 alle 24 e nelle aree di massimo rispetto anche dei cestini porta rifiuti

-rimozione delle fioriere collocate in piazza S. Pietro Caveoso e in via Casalnuovo incrocio con via Ridola. Collocazione di una fioriera in via Ridola angolo via S. Francesco

-revoca o diniego di autorizzazioni all’occupazione di suolo pubblico dalle 7 alle 24 nelle aree di massima sicurezza e riservate nonché lungo gli itinerari e i percorsi dei trasferimenti

-interdizione dell’accesso al Parco di Lanera, nel tratto ricadente tra via Delle Querciam via Lanera e la recinzione di pertinenza delle Fal dalle 14 alle 24

-individuazione, d’intesa con responsabili di enti o società erogatrici dei relativi servizi, di tutit i tombini ricadenti lungo il percorso e nelle aree di massima sicurezza e riservate, al fine di consentire la bonifica a cura delle forze dell’ordine. Al termine della bonifica ciascun tombino dovrà essere saldato o sigillato.