Candidare il Ponte Musmeci a patrimonio Unesco: adesione del Comune di Potenza

723

La Giunta nel corso dell’ultima seduta ha deliberato l’adesione al Comitato promotore per la candidatura del Viadotto dell’Industria (Ponte Musmeci) a Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco. “La sottoscrizione dell’atto costitutivo – ha spiegato l’assessore alla Cultura Roberto Falotico – è un primo importante passo verso la candidatura del Ponte Musmeci a Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Il provvedimento sarà trasmesso al Consiglio comunale affinchè si possa esprimersi in merito e dare il via libera definitivo all’adesione del Comune al Comitato promotore”.
Nel corso della manifestazione  svoltasi lo scorso ottobre, un gruppo di cittadini – costituitisi in associazione di promozione sociale “Passaggio Ponte” – ha espresso la volontà di candidare a Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco il Ponte Musmeci, i disegni e le planimetrie originali del quale sono stati acquisiti per le collezioni di architettura del XX secolo del MAXXI, già dichiarato monumento di interesse del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

ponte musmeci
A novembre l’Associazione “Passaggio Ponte” ha invitato l’Amministrazione Comunale a costituire un Comitato promotore per la candidatura del Viadotto dell’Industria (Ponte Musmeci) a patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO, “proposta – ha dichiarato l’assessore comunale alla cultura Roberto Falotico – condivisa pienamente dall’Amministrazione, rientrando la stessa a pieno titolo nei piani strategici e nei programmi culturali sviluppati e che la città di Potenza intende sviluppare negli anni a venire.

ponte musmeci 3
Ora è necessario – ha precisato  Falotico – porre in essere tutti gli adempimenti utili all’adozione dello Statuto del Comitato Promotore in oggetto, che prevede tra i soggetti fondatori lo stesso Comune di Potenza, che è  disponibile a essere coinvolto nell’iter procedurale di preparazione della candidatura e della formazione dei programmi relativi alle iniziative e alle attività culturali da porre in essere partecipando, in qualità di socio fondatore”.
Con il Comune, saranno coinvolti il Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza, in quanto proprietario dell’immobile oggetto della candidatura, la Soprintendenza ai Beni Artistici e Culturali della Basilicata, in quanto istituzione attiva nelle politiche di valorizzazione e tutela dei beni e delle emergenze culturali del territorio, l’Associazione Passaggio Ponte, in quanto espressione del gruppo di cittadini che ha proposto la costituzione del Comitato.